“Ho sentito lo sparo, sono corsa da mio figlio, dormiva tranquillo. Poi ho guardato a terra…”

Home > Animali > “Ho sentito lo sparo, sono corsa da mio figlio, dormiva tranquillo. Poi ho guardato a terra…”

Gli animali domestici, sono parte integrante di molte famiglie e fortunatamente vengono visti come veri e propri membri della famiglia. Sanno dimostrare amore e gratitudine per la loro famiglia e sono disposti a tutto e Opie ne è la prova. Ci troviamo a York, in Pennsylvania. Durante la notte una donna di nome Angelica Sipe sentì esplodere un colpo di pistola vicinissimo alla propria abitazione.

Sì alzò di scatto preoccupata per il suo piccolo Daemire, di appena 3 anni. Corse nella sua camera e vide un grosso buco nella finestra, il proiettile era entrato nella camera del suo bimbo. Da lì ebbe il via, il giorno che non dimenticherà mai, un giorno di terrore.  Cercò subito il suo bambino, che fortunatamente era illeso e un po’ il suo spavento passó, ma poi vide Opie, era ricoperto di sangue, il proiettile lo aveva colpito alla testa. Il gatto di famiglia si trovava sul cuscino dove solitamente dormiva il bambino e se non ci fosse stato lui, il proiettile avrebbe preso Deamire. Iniziò la corsa verso l’ospedale, Opie era miracolosamente ancora vivo. Giunti dal veterinario decisero di tentare il tutto per tutto. Lo fecero operare d’urgenza anche se il costo era altissimo e le possibilità di vita minime. Decisero di fare tutto il possibile per salvare, chi anche se per una casualità, aveva salvato la vita del figlio. Fortunatamente l’operazione andò bene e Opie si riprese. Da quella notte per Angelica e Deamire, Opie è diventato il loro eroe.

“Lo aiuteremo a superare tutto, lui è il piccolo eroe di mio figlio e io ho bisogno di averlo in giro”, ha detto in quei giorni la donna.

Quante volte avete sentito sentito dire che i gatti sono i nostri protettori?

Beh questa storia lo conferma!

Condividete, omaggiamo il gesto di questo eroe peloso!