Holden, il cane sequestrato

Home > Animali > Holden, il cane sequestrato

Holden arrivò già anziano e malconcio al rifugio.  Il cagnolino era stato sequestrato dalla polizia durante un raid di droga. Ma quando arrivò al rifugio non avevano spazio e, date le sue condizioni, non sarebbe vissuto a lungo. Il rifugio ha lanciato una richiesta di aiuto. “Holden è un recupero dell’ultimo minuto oggi. Come potete vedere le sue condizioni non sono compatibili con il rifugio, ha bisogno di un cuscino morbido e buon cibo ”

“La notte dormì davanti al portone. Ha completamente ignorato i gatti in ufficio. È molto calmo, tranquillo e ben educato. Si siede e ti guarda, con la testa bassa. È completamente remissivo. ” Anche i volontari erano decisi a salvarlo, ma le notizie del veterinario non erano certo promettenti. Le scansioni hanno mostrato che aveva un tumore di sette chili attaccato alla milza e che con il tempo avrebbe causato irreparabili danni alle funzioni vitali come il mangiare e respirare ”

L’operazione sarebbe stata rischiosa e Holden avrebbe dovuto raccogliere le forze rimanenti per sopravvivere.  Il suo intervento ha avuto successo e si è svegliato. La sua testa era “ancora  bassa”, ma la sua coda scodinzolava e scodinzolava.

Le buone notizie continuavano ad arrivare.  Melissa Lentz – una soccorritrice molto esperta – portò Holden a casa mentre era in convalescenza dopo l’intervento.

Era ancora stanco e spaventato e curvo sul suo giro in macchina fino a casa sua.

Ma sapeva che quella era la sua casa per sempre. Pochi giorni fa Melissa ha pubblicato un post in cui riferiva che Holden sta bene e che le analisi di controllo sono buone. Quindi tutto fa sperare che questa loro avventura possa durare ancora per diverso tempo.

A tutte le persone che salvano queste anime indifese va il nostro più grande e affettuoso GRAZIE.
Loro non hanno nessuno, hanno solo noi se vogliamo esserci.