I cani possono percepire l’odore di un tumore

Lo sapevate che i cani possono percepire, con una precisione impressionante, la presenza di un tumore semplicemente tramite il loro olfatto?

Home > Animali > I cani possono percepire l’odore di un tumore

L’olfatto dei cani è particolarmente sviluppato. Come noi usiamo praticamente per tutto la vista, per conoscere il mondo e per poterlo affrontare, lo stesso Fido lo fa con il suo naso. Il suo tartufo è in grado di percepire molti più odori rispetto a quelli che percepiamo noi esseri umani. Lo sapevate che i cani sono in grado di annusare il cancro nel sangue dei pazienti con un livello di successo incredibilmente alto?

Secondo un recente studio è tutto merito del numero elevato di recettori dell’odore che i cani hanno nel loro naso. Quei recettori che permettono a Fido di annusare la presenza di bombe o di droga nelle valigie di un aeroporto. Gli scienziati, in questa nuova ricerca, hanno scoperto che i cani sono in grado di fiutare i tumori in pazienti oncologici, partendo da campioni di sangue, con una precisione incredibile.

olfatto dei cani

Lo studio, condotto Heather Junqueira di BioScentDx, ha scoperto che i cani hanno un’accuratezza del 97% circa nella rilevazione di cancro nei campioni del sangue. Quattro beagle sono stati addestrati con un clicker per distinguere il sangue di chi è sano dal sangue di chi è aveva un tumore polmonare maligno.

cane-tartufo

Uno dei quattro beagle è stato descritto con non demotivato per partecipare alla ricerca, mentre gli altri tre hanno rilevato i campioni di sangue di pazienti malati di cancro nel 96,7% dei casi e i campioni di sangue normali nel 97,5% dei casi.

analisi-sangue

Un livello di accuratezza decisamente alto. Che porta gli esperti ad avere speranze per poter ottenere test di screening per il cancro molto semplici, non invasivi e decisamente economici. La capacità dei cani di annusare il cancro può essere usata in programmi di screening per malattie mortali e tumori.

naso

Questo lavoro è molto eccitante perché apre la strada a ulteriori ricerche lungo due percorsi, che potrebbero portare a nuovi strumenti di rilevamento del cancro. Uno sta usando il rilevamento dei canini come metodo di screening per i tumori, l’altro dovrebbe determinare i composti biologici rilevati dai cani e quindi progettare test di screening del cancro basati su tali composti“.