I leoni di Michal Prasek

Un finale previsto per l'uomo che aveva due leoni in casa

Home > Animali > I leoni di Michal Prasek

Michal Prasek probabilmente voleva ripetere la bellissima storia del leone Cristian, allevato da due giovani ragazzi inglesi che, una volta diventato adulto, l’hanno liberato nel suo abitat ma anni dopo, quando lo andarono a trovare, rimasero sconvolti dal suo bellissimo abbraccio.  Nessuno

si spiegava come avesse fatto a ricordare ma il loro abbraccio commosse il mondo. Michal vive a Praga, in un paese della periferia, la sua passione per gli animali sembra aver preso una piega esagerata, quando, anni fa ha preso due cuccioli di leoni e li ha messi nel suo giardino. L’uomo voleva dimostrare al mondo che quei due grandi leoni erano tali e quali a due cani. Un giorno portà la femmina a spasso per la città, con un guinzaglio, per poco non avvenne la tragedia. Una ragazza in bicicletta fini quasi nelle sue fauci ma l’uomo disse che si era solo spaventata e che aveva ascoltato il suo comando, rimettendosi a “cuccia”. Due giorni fa dal giardino di casa Prasek si sono udite le urla strazianti di Michal. Nessuno ha aperto quel cancello, nessun vicino ha prestato lui sccorso perché quel che stava accadendo era, purtroppo chiaro a tutti. Lentamente le grida si sono affievolite fino a diventare lamenti, poi il silenzio. Un silenzio che a tratti prendeva un’altro suono, quello del rumore delle mascelle del leone nel masticarne le ossa. Così Michal ha scoperto nel peggiore dei modi che la natura non si sfida e che davanti a loro, ad armi pari, non siamo nessuno, siamo piccoli esseri inutili. I leoni sono stati abbattuti, unico modo per recuperare i resti dell’uomo.

Uno splendore di leone

Secondo lui il cane avrebbe capito la sua dominanza

Lo coccolava come un gattino