I randagi di Luiz

Branco di randagi aspettano Luiz

Home > Animali > I randagi di Luiz

Siamo in Brasile, in una piccola borgata. La gente inizia a notare quei cani che da giorni sostano sul marciapiede. Molto in salute per essere dei randagi qualunque ma sempre randagi restavano. Un guardiano di un magazzino avverte un’aria di pericolo per quelle creature, così decide di chiamare alcune ragazze che si occupano di randagi, mai immaginando che cosa ne sarebbe uscito fuori.

Le ragazze arrivano l’indomani mattina, inizialmente portano acqua e crocchette per rifocillarli, ma loro, non sembrava avessero ne fame ne sete. Erano tutti in carne con collarino e un pelo ben tenuto…qualcosa in quei cani diceva molto di più dell’apparenza.

E’ sera quando si cerca una soluzione, loro non si spostano, eppure è un marciapiede quello, mica una rosticceria. Arriverà una donna a risolvere il mistero. E’ un’infermiera che lavora all’ospedale di fronte, li saluta ognuno con il suo nome, davanti alle ragazze incredule esclama: – Cosa c’è da guardare? Sto avvertendo i cani che il loro papà sta meglio, questi sono i cani di Luiz, il senzatetto del paese.!- Senza parole, sbigottite, ascoltano il racconto di quel pellegrinaggio strano

Luiz è malato da tempo, anche mentalmente, un piccolo intervento l’ha costretto al ricovero, loro, fedeli come possono essere solo i cani, lo aspettano, rifiutando cibo e acqua da tutti. Le ragazze preoccupate per il lungo digiuno vanno nella camera dell’uomo e lasciano che sia lui a toccare le ciotole e le pappe. Poi lo informano che deve stare tranquillo e curarsi, che i suoi cani sono sotto la loro protezione.

Ha funzionato…i cani hanno sentito lì’odore del papà e hanno mangiato. Luiz è andato a casa del fratello per la convalescenza, i suoi cani sostano davanti casa. Quando si rimetterà, per lui e per i suoi cani ci sarà sempre un letto e del buon cibo alla sede dell’associazione di volontari. Dove gli uomini non arrivano, ci pensano gli animali!

i CANI SONO UN MONDO SPECIALE

 

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI