I tre cani spariti e finiti in canile

Famiglia va via e lascia suoi amati cani

Home > Animali > I tre cani spariti e finiti in canile

Erano tre cagnolini dolcissimi, un po sporchi e malconci, ma si vedeva chiaramente che erano abituati all’uomo, tremendamente abituati all’uomo. Arivano in canile una mattina , era Domenica, loro spaventati si nascondevano l’uno sotto l’altro. Nessuno dei volontari aveva timore per loro,erano certi che qualcuno li avrebbe ritirati

il giorno seguente, sicuramente li stavano cercando. Passano dei giorni, i piccoli sono sempre lì, la preoccupazione sale per loro, la legge nel distretto prevede che dopo trenta giorni i cani non reclamati vengano soppressi tramite iniezione. I cani sono timorosi, la piccina è molto spaventata, lei è anziana ha bisogno dei suoi riferimenti, sente la solitudine e sente la tensione dei volontari. Arriva il venticinquesimo giorno, nessuno ha chiamato, nessuno è venuto a cercarli. Il regolamento del rifugio vieta di pubblicare le foto dei cani ospiti su profili social, ma la disperazione è tale che Jhon decide di trasgredire. Pubblica la foto con la storia dei tre dal giorno del ritrovamento, la risposta del web arriva subito. Arrivano molte chiamate, ma tra tutte una lascia il giovane senza parole, era di una signora che diceva che i cani erano tutti e tre dei suoi vicini, che, qualche settimana prima avevano lasciato il paese per trasferirsi all’estero. Due più due fa quattro, avevano lasciato il paese e anche i loro cani. Il web è una macchina che può risultare fantastica, tre famiglie si sono offerte di accogliere i poveri orfanelli.  LA NONNINA DA SOLA CHE FINE AVREBBE FATTO? Lei alla fine è stata adottata insieme a Bob, il nero, con lui aveva un rapporto strettissimo e comunque continua ad incontrarsi anche con Penny, la chiara. Alla famiglia che li ha lasciati ci sentiamo di augurare un 2019 di m…..a!