Il cane da fastidio

Home > Animali > Il cane da fastidio

Il cane che abbaia di notte non è sicuramente piacevole, ma le soluzioni ci sono sempre, di solito s fa dormire al riparo,possibilmente in casa e il pelosetto si calma immediatamente. Un po a colpa è dei padroni, che ancora oggi continuano a cercare i cani da guardi e sempre più spesso ci rimettono proprio loro…

Siamo a Varese, un bel palazzo, abitato da belle famiglie, tutte distinte. La casa di fianco ha un valore aggiunto, hanno un bellissimo cagnolone che, purtroppo, vive in giardino. Il cane è ben tenuto sia chiaro, molto amato e curato, ma il fatto di vivere al di fuori della casa lo espone inevitabilmente a dei pericoli. Lui abbaia, tutte le notti, un’inquilina del palazzo non lo sopporta proprio, capirete tra poco come si è arrivati a lei, sembra che non si sia neanche lamentata una volta con i proprietario. Una mattina, mentre usciva per recarsi al lavoro, il signore trova il cane sdraiato in preda a convulsioni. La corsa dal veterinario, le ore di angoscia e il responso, avvelenamento da topicida. Il proprietario è infuriato, si reca dalla polizia e sporge denuncia, una cosa è sicura, chi ci prova lo rifà, è un dato di fatto. Il cane si salva, torna a casa e qualche sera dopo, la signora si affaccia al balcone con qualcosa in mano e via, il lancio perfetto proprio nel recinto del cane. La scena era seguita in diretta dalla polizia, subito intervenuta per evitare che il veleno venisse mangiato. La donna, signora molto distinta e a modo, all’apparenza, dovrà rispondere delle accuse in tribunale, in casa sua sono stati rinvenuti tutti gli ingredienti usati per le polpette avvelenate.

Io dico solo una cosa, ma che cavolo di donna sei? Sei una madre, una moglie, avrai una vita, ma ti guardi allo specchio?

Quanto vuoto nel tuo cuore.

A voi proprietari di cani, ma che non imparate ad aprire le porte di casa la sera, oppure nelle tavernette, garage o altro, ma possibile ancora i cani fuori perché devono abbaiare e fare la guardia, un passo ciascuno insomma!