Il cane e la scena del film

Matthew Morrison ha scoperto, tramite alcune segnalazioni sui social, qualcosa riguardo al suo film che l’ha veramente sconvolto. In qualche scena veniva usato un attore particolare, un cane. Il particolare momento che hanno divulgato tramite un video, che noi vi postiamo qui sotto, è una scena in cui Matthew


non era presente e, confesserà dopo, che non ne era neanche al corrente del fatto accaduto sul set. Praticamente girano una scena in cui salvano un cane dal fiume o roba del genere, la scena non viene bene e la ripetono per oltre due ore consecutive. Nessuno di quelle persone presenti ha la minima idea di quello che sta accadendo nella gabbia. Il cane è bloccato lì dentro, lo fanno cadere più volte in acqua, quello è lo spettacolo, affogarlo per poi salvarlo. Una parte del pubblico, quella più sensibile, ne ha riempito la pagina facebook di insulti e richiami. A nessuno è piaciuto il trattamento riservato a quella povera creatura, presa chissà dove e ficcata in una gabbia d’acciaio, lasciata andare a fondo per poi essere tirata fuori, questo per esigenze di scena. Matthew si è scusato, ma non è bastato, si è dichiarato pubblicamente contro il maltrattamento degli animali, lui stesso ne è affascinato. Comunque, i cani vanno lasciati in pace, sempre l’uomo al centro del mondo? Possibile che la gente non arrivi a capire che i cani e i gatti e tutti gli animali, sono fatti di carne e ossa come noi, hanno fame, freddo, dolore e paura, quella paura che per due ore ha accompagnato il povero cane, vi lascio al frammento della scena…da prenderli tutti a schiaffi