Il cane trovato nel cestino della spazzatura

Home > Animali > Il cane trovato nel cestino della spazzatura

Animal Aid è un’associazione di volontari, che lavora in India, per cercare di salvare quanti più animali possibili. Ovviamente non riescono a fare dei miracoli, ma grazie al loro impegno la maggior parte dei cani, riesce almeno a trascorrere gli ultimi anni della loro vita, come merita.

Un giorno un volontario, stava passeggiando su una strada, quando ad un certo punto ha sentito uno strano rumore nella spazzatura. Quando si è avvicinato ha visto un cane, molto anziano, che era in condizioni orribili. Stava cercando da mangiare e lui non poteva lasciarlo lì. Così l’ha preso e portato subito dal veterinario. Il ragazzo sapeva benissimo che non era facile aiutarlo, ma nonostante tutto ha chiesto al medico di fare il possibile per lui. Il veterinario ha capito, immediatamente, che aveva la rogna perché il suo pelo era quasi del tutto assente e inoltre era magrissimo. Il povero animale non aveva mai vissuto in una famiglia, ma sempre per la strada e non era facile per lui trovare il cibo tutti i giorni. Il ragazzo ha deciso di chiamarlo Edward ed oltre a cercare di fargli riprendere peso e a curarlo per la sua brutta infezione, insieme ai suoi colleghi volontari, gli hanno dato anche tanto amore. Forse era quello di cui aveva più bisogno. Sapevano benissimo che non sarebbe vissuto ancora per tanto tempo, ma quel poco che gli rimaneva, lo doveva vivere come meritava. Guardate il video con la sua storia qui:

Nel giro di un solo mese Edward sembrava un altro cane, era ingrassato e il suo pelo era ricresciuto quasi del tutto. Forse quello di cui aveva bisogno oltre al cibo ed alle cure era amore e affetto.

Il ragazzo che l’ha salvato era molto felice e il suo aiuto non è stato vano, perché Edward è riuscito a salvarsi dopo tutto quello che aveva vissuto.

Non possiamo fare altro che ringraziare queste associazioni che danno sempre il loro meglio, per salvare questi poveri cani, che non hanno mai avuto nulla nella loro vita.

Condividete per far conoscere a tutti l’importanza del lavoro di questi volontari.