Il compagno di una vita, perderlo è come perdere un figlio

La gente non comprende, troppe persone continuano a dire che sono solo cani, che si esagera nell’amarli. Quello che è accaduto a quest’uomo nel milanese non deve andare nel dimenticatoio perché quello che ci lascia è un messaggio pieno d’amore e di tristezza.


Era Dicembre 2016, noi vogliamo ricordarlo proprio in occasione dell’anniversario, il compagno di vita, quell’amico peloso che lo aspettava a casa al rientro dal lavoro, si, quello che ti strappava un sorriso anche nei momenti più tristi era volato sul ponte dell’arcobaleno. Una famiglia intera addolorata per questa perdita che non si può raccontare, solo chi ha un cane o che l’ha perso può capire ciò che ha provato Guido. Guido è uscito in tarda serata, aveva tra le braccia il corpicino del suo cucciolotto, lo avrebbe seppellito in una proprietà di campagna, così, di tanto in tanto avrebbe potuto portare un fiore per sentirlo ancora vicino. La famiglia aspetta a casa ma le ore passano e l’uomo non risponde al cellulare, troppo tempo, decidono di andarlo a cercare. Trovano Guido riverso a terra, aveva appena finito di seppellire il suo peloso, il cuore non ha retto al dolore. I famigliari hanno chiamato i soccorsi ma, purtroppo per lui non c’è stato niente da fare.

Saranno insieme anche adesso,

ci piace pensarli accoccolati come nella vita terrena.

L’amore e la bontà di Guido, perché chi ama un cane può essere solo una persona buona, siano esempio per chi i cani non li considera, per chi li cerca per fare la guardia e non come membri della famiglia. Con tanto rispetto possiamo dire che, perdere un cane è come perdere un figlio!

Foto del web