Il cucciolo soffre di mancanza di ossigeno in aereo e viene salvato dall’equipaggio

Per molte persone, gli animali domestici fanno parte della famiglia. Non sono solo animali – sono familiari e trattati come tali. Nel corso degli anni, gli animali domestici sono diventati più parte integrante della nostra vita quotidiana, i servizi di trasporto si sono dovuti adeguare. Gli aeroporti ora offrono chiazze di erba finta sormontate da idranti e molti negozi offrono ciotole di acqua e cibo per cani.


Ma ci sono ancora molte cose da cambiare. Proprio di recente, un passeggero, durante un viaggio aereo, è stato obbligato a mettere il suo cane, un bulldog francese, nel vano oggetti e lì il povero cucciolo ha perso la vita per mancanza d’ossigeno. Una cosa che potrebbe essere pericolosa per qualsiasi tipo di cane ma che è particolarmente pericolosa per i cani brachicefali, (i cani con le facce corte) come i carlini, i bulldog francesi, i Boston terrier e gli shih tzu, per citarne alcuni.

JetBlue flight crew credited with saving life of French bulldog:A local couple is crediting a JetBlue flight crew with…

Publiée par Aviation with style sur Samedi 7 juillet 2018

Questi cani hanno difficoltà a regolare la temperatura interna e la respirazione in primo luogo, quindi viaggiare – soprattutto quando la temperatura o la pressione/le variazioni di altitudine – può essere pericoloso. Sapendo questo, Steven e Michelle Burt, una coppia che ha dovuto viaggiare di recente con il loro bulldog francese, Darcy, hanno notato immediatamente quando il cane è cominciato ad essere letargico. Ma questa volta, ilo staff dell’aereo è stato di grande aiuto. Gli assistenti di volo gli portarono acqua, del ghiaccio e persino usarono la maschera di ossigeno umana sul bulldog di 3 anni per aumentare il suo livello di ossigeno nel sangue.

“È davvero la sua faccia il vero problema perché ha una faccia tonda con il setto nasale molto corto”, ha detto Michelle. “Non puoi fare a meno di notare il cambiamento nei suoi occhi. So che non è il mio bambino o una persona, ma è un membro della mia famiglia.

 

Mi sentivo molto grata agli assistenti di volo che hanno fatto di tutto per aiutarlo.”

I Burts avevano Darcy con loro in cabina (dato che è pericoloso che questi tipi di cani vengano messi nella stiva) e sono stati in grado di notare quando ha cominciato ad ansimare ma per fortuna tutti hanno lavorato insieme per mantenere la piccola Darcy in salute e felice.

Se devi viaggiare con il tuo cane, assicurati di controllare le regole della compagnia aerea prima del tempo e di conoscere bene la razza del tuo cane in modo da poter cercare segnali di pericolo, come questa coppia ha fatto.