Il mio amico boxer

Boxer salva il suo vicino di casa a quattro zampe

Home > Animali > Il mio amico boxer

Il protagonista di questa storia è un boxer e quando avrete letto tutto fino alla fine capirete perché un esperto di cani diceva che i boxer sono erroneamente stati inseriti tra la specie dei cani, loro sono ancora da scoprire, forse non sono cani! E’ mattina presto di due giorni fa, siamo a Sedarno in provincia di Pordenone

un uomo sta passeggiando per le campagne di San Quirinio quando si trova davanti un cane, un boxer, non giovanissimo. Il cane gli taglia la strada, l’uomo non riesce a passare, inizia ad aver paura, la presenza a questi cani non manca. Quel cane non intende mollarlo, non lo manda via, fa di tutto per non farlo passare ma l’uomo sembra non capire. Arriva quell’istante in cui finalmente, dopo tutte le manovre improbabili del cane, che pensa “Oddio, p se mi stesse dicendo qualcosa?” L’uomo finalmente lo segue, il cane fila dritto come un treno controllando che dietro ci sia sempre il suo nuovo amico. Giungono nei pressi di un lavatoio e qui l’uomo vede un cane all’interno quasi congelato. Chiama i soccorsi, non può avvicinarsi, scivolerebbe anche lui, il cane non si da pace, ma ha capito che quell’uomo lo sta aiutando. Arrivano i soccorsi, il boxer cerca di collaborare anche con loro, potrebbe dirige l’azione di recupero, tanto non lo sa di essere un cane lui! Tirano fuori il cane, lo coprono, sta male, ha bisogno di cure, il boxer non smette di ringraziare i ragazzi a suon di leccate, lo vedete nella foto. Pur non conoscendoli ha capito perfettamente il gesto che hanno fatto e lui, una decina di baci bavosi non li nega a nessuno. Sono arrivati nel frattempo anche i proprietari dei due cani, che spesso si associano in queste fughe da casa. E’ andata bene al cane perché ha la fortuna di avere un grande amico a quattro zampe per vicino di casa!

il bacio bavoso dei boxer

lo sguardo da vittima, le guanciotte che li rende eternamente bambini

 lui, il golden fortunato.

Questo il video del salvataggio dei piccoli dall’Abruzzo