Il mistero di Hachikō

Dopo decenni di speculazioni, gli scienziati hanno affermato di aver risolto il mistero dietro la morte di uno dei cani più famosi della storia registrata. Sono sicuro che tutti voi conoscete la storia della vita di Hachikō ma pochi sanno com’è morto il cane più fedele e leale del mondo.

Hachikō è diventato famoso dopo aver aspettato, per mesi e mesi il ritorno a casa del suo umano deceduto. Ispirandosi alla sua storia è stato fatto anche un film che il pubblico internazionale ha accolto con entusiasmo.

Ma se si sa tutto sulla vita di Hachikō, poco si conosce sulla sua morte.

Un periodo si parlava di morte naturale… c’è chi ha detto che si è trattato di un osso di pollo che il cane ha mangiato e che gli ha bucato lo stomaco, causandone la morte.

Ma gli scienziati hanno deciso di indagare e scoprire la vera causa della morte di Hachikō. E quello che hanno scoperto è stato una vera sorpresa.  Eseguendo alcuni test sui tessuti prelevati dagli organi del cane più famoso del mondo, gli scienziati sono arrivati alla conclusione che la sua morte non è stata la colpa di un osso ma di un tumore.

I test eseguiti dagli scienziati di una squadra dell’università di Tokyo hanno indicato la presenza di cellule tumorali nel cuore e nei polmoni. In più il cane aveva la filariosi… Dunque la conclusione degli scienziati (sotto la guida del professor Hiroyuki Nakayama) è arrivata: Hachikō potrebbe esser morto per colpa della filariosi o di un tumore.

Rabbia a Menfi, cucciolo lanciato da un'auto in corsa: le ultime disperate parole sulle sue condizioni

Rabbia a Menfi, cucciolo lanciato da un'auto in corsa: le ultime disperate parole sulle sue condizioni

Il salvataggio della cerbiatta

Il salvataggio della cerbiatta

L'animale sembra un pipistrello, ragazza si ferma a soccorrerlo poi capisce il suo errore

L'animale sembra un pipistrello, ragazza si ferma a soccorrerlo poi capisce il suo errore

Il salvataggio di Bos, un cane con un solo destino: la morte

Il salvataggio di Bos, un cane con un solo destino: la morte

Lo ha definito un "chihuahua demoniaco" che odia tutti tranne le donne. Vi presentiamo il cane Prancer

Lo ha definito un "chihuahua demoniaco" che odia tutti tranne le donne. Vi presentiamo il cane Prancer

"Volevamo aiutarlo, ma il nostro capo ce lo ha impedito categoricamente": ecco come è finita la storia di questo cagnolino

"Volevamo aiutarlo, ma il nostro capo ce lo ha impedito categoricamente": ecco come è finita la storia di questo cagnolino

Prima lo hanno picchiato poi lo hanno messo nel trasportino e poi in un sacco che hanno gettato nella spazzatura

Prima lo hanno picchiato poi lo hanno messo nel trasportino e poi in un sacco che hanno gettato nella spazzatura