Il proprietario malato terminale lascia una lettera commovente per il cane che sta per abbandonare

La storia di Missie è molto triste: la piccola Springer Spaniel aveva un papà umano che la amava alla follia. Lei aveva lui e lui aveva lei… non c’erano parenti o amici affidabili… ‘era solo lei, il centro della sua vita. Ma la vita, a volte, è ingiusta. L’uomo si è, purtroppo, ammalato di un tumore che ha combattuto con determinazione e coraggio.


Ma la sua voglia di vivere e l’amore di Missie non sono bastate e l’uomo si è dovuto arrendere. Arrivato in una fase terminale della malattia, è stato costreto a portare Missie in canile e farsi ricoverare in ospedale, da dove sapeva che non sarebbe uscito vivo. Missie è una bellissima Springer Spaniel di 6 anni ed è stata consegnata a un canile insieme ai suoi effetti personali e a un biglietto… che l’uomo ha scritto per lei e per i suoi futuri proprietari. I volontari del canile sono riusciti a trovare un allevatore che si è impegnato ad aiutare Missie a trovare una nuova casa… e siamo convinti che alla fine la troverà. Del suo reinserimento si occupa Spaniel Aid UK che ha preso a cuore la sua storia. Il biglietto che il suo papà ha lasciato è commovente:

“Per Missie;

È stato un privilegio averti avuto nella mia vita.

Sarai nel mio cuore per sempre.

Ti aspetterò dall’altra parte del Ponte dell’Arcobaleno, tu ed io di nuovo insieme!

Mi dispiace tanto che ho dovuto abbandonarti per sempre. Ti amo piccola mia!”

La lettera include anche una parte dedicata a chi avrà la fortuna di adottare Missie ed esprime speranze e desideri per la sua nuova vita.

Puoi scoprire come aiutare Spaniel Aid UK sulla pagina Facebook del gruppo. Inoltre, se siete preoccupati per ciò che accadrà al vostro cane quando non ci sarete più, sappiate che ci sono delle disposizioni che potete fare nel testamento.

Molte associazioni di beneficenza per il soccorso degli animali offrono schemi per garantire che gli animali domestici siano accuditi in caso di lutto e offrono tranquillità ai proprietari.