Il salvataggio dello strano animale

Dopo una chiamata, le autorità sono state avvertite di uno strano animale che vagava per le strade della città

Home > Animali > Il salvataggio dello strano animale

Raccontare le storie di maltrattamenti e abusi di animali, è sempre un dispiacere. Ma in molti casi, si concludono, come in questo caso, con dei meravigliosi salvataggi ed è per questo che meritano di essere conosciute da ognuno di voi. Tutto è iniziato in un normalissimo giorno,  a San Antonio, in Texas, negli Stati Uniti, quando le autorità hanno ricevuto una chiamata allarmante, che li informava di uno strano animale in mezzo alla strada.

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, sono rimasti scioccati da ciò che si sono ritrovati dinanzi gli occhi. Era mostruoso, era così trascurato e il suo pelo così lungo e arruffato, che era difficile perfino capire di che animale si trattasse. Hanno capito che non c’era tempo da perdere e che dovevano intervenire all’istante, così contattarono subito i volontari di un’associazione del posto, che si mobilitarono per andarlo a prendere e portarlo alla loro struttura. Una volta lì, i ragazzi iniziarono a rasarlo, per liberarlo da quel doloroso macigno. Lo strano animale era un cane, un cocker spaniel. Aveva tre chili di pelo, che gli impedivano perfino di respirare in modo corretto. Il cucciolo aveva circa otto anni e nonostante la sua difficile vita e gli abusi subiti, nonostante si sia ritrovato abbandonato e a vivere una vita nella sofferenza e nella paura, non aveva perso la fiducia negli esseri umani. Si è mostrato subito dolce ed affettuoso. Lo scorso settembre, la clinica veterinaria in cui si trovava, ha pubblicato una sua foto e raccontato la sua storia su Facebook. Sono riusciti ad attirare l’attenzione di centinaia di persone, rimaste incredule dinanzi quelle foto. Per arrivare a quelle condizioni, il povero cane non riceveva attenzioni da anni!

Il giorno successivo hanno pubblicato, invece, un video di come appare oggi:

Oggi questo cocker spaniel si torva ancora nel rifugio e non appena sarà considerato pronto, verrà inserito nella lista per l’adozione.

I volontari hanno assicurato che sarà affidato ad una brava famiglia, dietro i dovuti controlli e con permetteranno che soffra mai più!

Noi qui, vogliamo dire loro GRAZIE!

Se vi è piaciuto questo salvataggio, leggete anche: La storia del piccolo Sinbad