Il salvataggio di Diana

Il randagismo è una piaga sempre più diffusa e sconfiggerla è davvero impossibile per i volontari. Visto che gli esseri umani, stufi dei loro animali domestici, li lasciano da soli a vivere sulle strade. Sapere questo, ci spezza il cuore, ecco perché cerchiamo di rendere consapevoli le persone di quello che accade nel mondo.


Oggi a differenza degli altri giorni, abbiamo deciso di parlarvi di un salvataggio miracoloso. La protagonista di questa storia è una cagnolina, chiamata Diana. Era un giorno come gli altri per i volontari, quando ad un certo punto, hanno ricevuto una chiamata, che li avvisava che questa cucciola a quattro zampe, era rimasta incastrata in una recinzione e non poteva più uscire. Era ottobre ed era anche freddo. Per questo i volontari sono andati subito a vedere, perché avevano paura che se aspettavano troppo sarebbe morta. Così, sono andati subito sul posto e quello che hanno visto gli ha spezzato il cuore. Diana, era li, immobile, non poteva muoversi. L’unica cosa che poteva fare era piangere. La persona che aveva contattato i ragazzi, aveva provato a salvarla, ma senza successo. Alla fine, con molta calma, quegli animalisti, si sono messi a lavoro e dopo diverso tempo, sono riusciti a liberarla. Diana, era impaurita, non riusciva più a muoversi. Così, l’hanno portata nel loro rifugio ed hanno cercato di darle tutto l’amore e le attenzioni di cui aveva bisogno. Ecco il video del salvataggio di seguito:

Dopo diverse ore, con i volontari, l’hanno portata dal veterinario, che ha detto che stava bene.

Inoltre, hanno scoperto anche che aveva un micro chip e per questo hanno chiamato il suo amico umano.

L’uomo quando ha scoperto che era stata ritrovata era al settimo cielo ed è andata subito a riprenderla.

Che finale meraviglioso, non tutte le storie dei nostri amici pelosi, hanno una triste fine!