Il salvataggio di Eden, la cagnolina che non aveva mai avuto un contatto umano

Home > Animali > Il salvataggio di Eden, la cagnolina che non aveva mai avuto un contatto umano

“Sono Eldad Hagar, presidente dell’associazione Hope For Paws, in California. Cerchiamo sempre di aiutare tutti gli animali in difficoltà. Ma la cosa diventa complicata quando, il povero cucciolo a quattro zampe ha paura e può diventare aggressivo. Come ci è capitato qualche giorno fa con un pit bull di nome Eden.

Viveva nelle strade del suo quartiere da diversi anni. Ma la cosa più strana è che non si è mai fatta toccare da nessuno. Una donna del posto, Julia Maigret, ci ha chiamati per informarci. Infatti per una settimana prima del nostro arrivo, le dava sempre da mangiare, per cercare di conquistare la sua fiducia, ma i suoi tentativi erano stati vani. Quando noi siamo arrivati, era un giorno di pioggia e di vento, per questo Eden era andata a rifugiarsi in un garage. Per trovarla ci abbiamo messo un po’. Poi quando l’abbiamo vista, siamo stati costretti a sigillare l’area. Volevamo prenderla, incastrandola. Mentre la cucciola stava cercando di scappare, si è intrappolata nelle rete. Tremava come una foglia, perché non aveva idea che noi volevamo solo aiutarla. Credeva che le volessimo fare del male. Abbaiava tantissimo, piangeva e non sapevamo come fare per farla calmare. Accarezzare un cane in quelle condizioni, può essere molto pericoloso, perché per la paura può anche mordere. Per questo ho preso una scopa e l’ho coperta con una maglia, creando un finto braccio, per accarezzarla. Credevo che sarebbe stato molto peggio, ma in realtà non è stato così, perché ha apprezzato molto quelle carezze. Guardate il video del salvataggio di seguito:

Così, quando ho visto che potevo stare tranquillo, ho usato la mia mano e mi sono avvicinato a lei. Ha smesso di tremare in quel preciso momento.

L’ho messa subito nel mio furgone e l’ho portata al rifugio dal veterinario. Fortunatamente stava bene, era solo un po’ denutrita.

Ora Eden non ha più paura. Si fida di noi. L’abbiamo affidata ad una famiglia amorevole ed ha un altro amico a quattro zampe con cui giocare.

Ecco perché vi diciamo sempre di cercare di capire questi poveri cani in difficoltà, che diventano aggressivi quando hanno paura!”