Il salvataggio di Merry

Il lavoro del netturbino non è un lavoro facile. Spesso vengono presi in giro perché lavorano con l’immondizia. E, certamente, il loro lavoro non è uno dei migliori in circolazione. Ma è anche un lavoro da cui tutti noi dipendiamo. Senza di loro, il nostro mondo sarebbe presto ricoperto di spazzatura… come molte città hanno scoperto quando i lavoratori del settore igienico-sanitario hanno scioperato!

La verità, però, è che fare il netturbino una professione onorevole che richiede molta pazienza e dedizione. E, a volte, oltre al lavoro importante che fanno ogni giorno per liberare le città dall’immondizia indesiderata, i netturbini possono anche diventare eroi. Un operatore dei servizi igienico-sanitari in Florida, recentemente, ha avuto una sorpresa quando gettando un sacco della spazzatura sigillato sul suo camion, ha sentito un debole rumore provenire da dentro. Sorpreso, ha afferrato la borsa e l’ha aperta. Dentro, ha trovato un altro sacco della spazzatura. anche questo completamente sigillato. Quando aprì la seconda borsa, scoprì con grande sorpresa e sgomento una piccola cucciola di 4 settimane! “Chiunque l’abbia lasciata lì, ovviamente, voleva che morisse perché stava per soffocare all’intero della busta completamente sigillata”, ha dichiarato Jessie Pena, il vicepresidente del progetto Red Abandoned Dogs di Redland Rock Pit a Miami. “Non credo sia passato molto tempo dall’abbandono perché quando l’abbiamo trovata era ancora viva, piangeva e facendo rumori”. Dopo aver tirato fuori la cucciola dalla borsa e aver fatto in modo che respirasse un po’ di aria fresca, l’operatore sanitario ha iniziato a chiamare diverse organizzazioni di soccorso per ottenere aiuto per lei. Il gruppo di Redland Rock Pit Abandoned Dogs Project è stato il gruppo che ha risposto per primo alla sua richiesta d’aiuto e Pena stessa è andata a prendere la cucciola il più velocemente possibile. La privazione dell’ossigeno può causare molti problemi, quindi, naturalmente, i volontari erano molto preoccupati che la piccola potesse aver subito danni al cervello dopo essere stato rinchiusa a lungo all’interno di una borsa chiusa ermeticamente…

Sorprendentemente, però, la cucciola non ha mostrato segni di danni cerebrali. C’era solo un po ‘di gonfiore intorno alla testa, quindi la portarono da un veterinario per assicurarsi che il danno non fosse grave o pericoloso per la vita.

La cucciola era così piccola e debole che c’era il serio dubbio che potesse farcela, anche senza problemi di salute… ma il veterinario ha scoperto che la piccola aveva anche un trauma cranico.

“Non era in grado di mangiare, non era in grado di camminare, non era in grado di fare nulla quando l’abbiamo trovata.”

Oltre ai potenziali problemi di salute e al suo terribile trauma, la cucciola era troppo giovane per essere stata portata via da sua madre. Solo questo avrebbe potuto metterla in stato di shock e ucciderla.

Eppure la piccola, che Pena ha chiamato Merry perché è stata trovata poco prima delle vacanze di Natale, ha risposto bene alle cure mediche.

“Ha avuto un significativo miglioramento”, ha detto Pena. “Il gonfiore è sceso di circa l’80 percento. Ora sta mangiando da sola, cammina poco ma non è ancora in grado di allontanarsi dal suo letto perché non ha molta energia. E sta imparando come essere di nuovo una normale cucciola.”

Nonostante tutto quello che ha passato, Merry sta lentamente imparando a fidarsi delle persone.

“Il veterinario stava dicendo che è molto dolce e vuole solo essere coccolata. Riconosce le persone che si prendono cura di lei. Si rotola sulla schiena e cerca di giocare come farebbe qualsiasi cucciolo.” ha detto Pena.

Merry è ancora in fase di recupero, quindi resterà a lungo con una la donna che le ha offerto uno stallo ma quando starà meglio sarà pronta per l’adozione. “Merry ora è più attiva, giocosa e la sua coda non smette di scodinzolare”, ha detto Pena. “È davvero commovente vederla perché è una piccola combattente. La sua voglia di vivere è incredibile. “

Molte persone hanno unito le loro forze per aiutare a salvare la vita di Merry ma non c’è dubbio che la piccola non sarebbe viva senza il buon cuore di una persona – il netturbino.

“È stato lui a salvarle la vita”, ha detto Pena. “Se non l’avesse trovata, sarebbe morta. È viva grazie a lui. È lui l’eroe.”