Il salvataggio di Phoenix

E' stato investito e lasciato per strada a morire... non avendo alternative, il povero cane si è sdraiato a terra per il troppo dolore, implorando aiuto... ecco com'è finita la sua storia

Il protagonista di questa storia è un cagnolino di nome Phoenix. E’ stato trovato sul ciglio della strada, in attesa che la morte arrivasse a prenderlo, dopo che è stato investito da una vettura. I volontari lo hanno portato al rifugio del Northeast Animal Shelter in Georgia. Chiunque sia stato a travolgerlo, non si è preoccupato di vedere come stava e lo ha lasciato in fin di vita, in mezzo ai pericoli della strada.

Era disidratato e denutrito e dopo la visita medica, il veterinario ha informato i ragazzi che la sua gamba anteriore destra era paralizzata e doveva essere amputata.

In molti rifugi del mondo, i cani come Phoenix, vengono abbattuti, per contrastare l’affollamento. Vengono considerati non adottabili e in assenza di fondi per le cure mediche, l’eutanasia è la strada più facile.

I volontari, però, davanti si suoi sofferenti occhioni, hanno deciso di non poterlo permettere ed hanno deciso di intervenire a loro spese.

Hanno cercato aiuto sui social network e non c’è voluto molto prima che una coppia amorevole, si lasciasse conquistare dalle sue immagini.

I due lo hanno accolto e accudito nella loro casa, per tutto il tempo necessario dell’intervento e della successiva riabilitazione.

Oggi Phoenix ha soltanto tre gambe, ma è felice con una famiglia che non permetterà mai più, che gli capiti una cosa del genere.

Questa storia ci dimostra che non bisogna mai arrendersi davanti alle difficoltà e che l’amore è la medicina più forte che ci sia. Phoenix ha trovato la forza per vincere la sua battaglia, grazie al sostegno di tutti coloro che lo hanno aiutato. Ha capito che quelle persone erano lì per lui e che non lo avrebbero abbandonato per nessun motivo al mondo.

E’ bello sapere che al mondo esistono persone come questa coppia, che non si è fatta problemi davanti ad un cane “diverso”. Vogliamo ringraziare loro e l’importante lavoro dei volontari, che ogni giorno salvano decine di cani come Phoenix e danno loro una seconda possibilità di essere felici.

Danni in casa di Benedetta Rossi: il colpevole è Cloud

Brasile, Jair Bolsonaro firma per pene più severe per chi maltratta gli animali

Teemo, il cane con gli occhi tristi, non vuole che il suo papà vada a lavoro

Zelda percorre 60 km per tornare dalla sua amata amica umana

Regina Elisabetta, la ladra di pizza

L'abbandono di Juneau, il cane che stava per morire

La triste storia di un randagio, chiamato Emu