Il salvataggio di Speckles

Home > Animali > Il salvataggio di Speckles

Quando qualcuno nasce senza cuore, durante la vita non c’ verso di farselo crescere. E la persona che ha fatto quello che vi stiamo per raccontare era sicuramente sprovvista di cuore… Ma cerchiamo di mantenere il sangue freddo e non arrabbiarci… raccontando le cose in maniera distaccata… ma non sarà facile.

Siamo a Detroit in una notte fredissima. Un ragazzo, camminando per strada, ha notato un animale rannicchiato nella neve, accanto a uno STOP. Avvicinandosi ha visto che i trattava di un pitbull infreddolito che qualcuno aveva legato a quel STOP con una catena corta e con un lucchetto. Quella notte c’era una tempesta di neve mescolata ad acqua e le temperature erano molto basse. Per il povero animale non c’era nessun riparo… non poteva fare altro che rannicchiarsi e cercare di riscaldarsi con il proprio respiro. L’uomo ha chiamato i volontari di Detroit Pit Crew che sono arrivati subito sul posto. Fortunatamente per il mix di Pitbull – ora chiamato Speckles – la persona che l’ha notato non ha fatto finta di niente e ha chiamato i soccorsi. Speckles fu immediatamente grato di essere liberato dalla sua prigionia.

I soccorritori hanno detto che è stata una fortuna che Speckles sia stato trovato perché poteva succedere di tutto: poteva essere attaccato da altri cani, trovata da chi organizza i combattimenti tra pitbull e usata come cane esca, poteva morire congelato…

Chi l’ha legato lì l’aveva praticamente condannato a morte.

Il cane è dolcissimo e non smette di ringraziare i suoi soccorritori con tanti bacetti…

I soccorritori si misero immediatamente al lavoro per vedere se aveva proprietari… hanno usato lo scanner del veterinario in cerca del microchip, ma senza fortuna.

Così il dolce cucciolo di un anno sarà presto messo in adozione e senza dubbio troverà una casa amorevole grazie ai volontari di Detroit Pit Crew.