Il salvataggio di Wally, lo Shar Pei

Dopo essere stato tenuto in un cortile e lasciato a badare a se stesso, Wally, lo shar pei, scappò di casa dalla sua casa di Los Angeles e vagò per le strade finché non trovò un posto tranquillo in cui poteva rifugiarsi. Il giorno dopo, qualcuno che lavorava lì lo notò e contattò rapidamente Hope for Paws per vedere se potevano venire ad aiutare il povero cane anziano.


Quando i soccorritori, Eldad Hagar e Loreta Frankonyte, arrivarono sul posto, videro immediatamente che Wally non era in ottima forma. I suoi occhi e il suo naso erano incredibilmente gonfi. Gli hanno offerto del cibo ma gli ci è voluto un minuto per capire di cosa si trattava e da dove veniva, perché non poteva davvero né vedere né sentire. Il dolce Shar-Pei era chiaramente affamato, però, e non appena ha capito che quelle persone gentili gli stavano offrendo da mangiare, lo ha accettato felicemente… così come ha accettato i gratini sulla testa. Dopo aver lasciato che si godesse il suo cibo per un po’ e dopo aver guadagnato la sua fiducia, Frankonyte gli fece scivolare un guinzaglio al collo…

e Wally sembrava così felice di essere finalmente in compagnia di persone che lo amavano e si prendevano cura di lui.

Una volta che sentì il guinzaglio attorno al suo collo, Wally balzò in piedi e cominciò a scodinzolare, cercando in giro altre sorprese e più persone da incontrare.

L’uomo che ha chiamato aiuto ha detto addio a Wally, e i suoi soccorritori lo hanno portato alla loro auto per trasportarlo dal veterinario e ottenere l’assistenza medica di cui aveva tanto bisogno.

Tornati in macchina, Hagar e Frankonyte scansionarono Wally per un microchip e scoprirono che ne aveva uno.

Hanno contattato il suo proprietario, che ha detto loro che il cane continuava a scappare perché viveva fuori e alcuni bambini continuavano a lanciare petardi contro di lui.

Quando hanno suggerito che forse quella non era la situazione migliore per un cane in cui vivere, lei ha risposto: “Non voglio comunque quel vecchio cane”.

Dopo essere stato visitato dal veterinario e curato per la polmonite che aveva, Wally ha trascorso un po’ di tempo con i suoi soccorritori… e fu poi trasferito nelle cure di Lionel’s Legacy, un rifugio per cani anziani e lì, non passò molto tempo prima che il dolce Wally trovasse la sua casa per sempre.

Ora, Wally ha una nuova famiglia, una sorella canina di nome Bunny, che ama così tanto.

Wally ora ha un sacco di spazio per correre, un sacco di posti morbidi e caldi per dormire e una famiglia che non può immaginare la vita senza di lui.

Wally potrebbe aver avuto una vita difficile, ma ora si gode i suoi anni d’oro in pace e questo è ciò che conta.