Il viaggio di Ollie, il cane buttato come se fosse immondizia

Questa è la storia di Ollie, un cane che ha avuto la sfortuna di incontrare le persone sbagliate sulla sua strada. La sua unica colpa era quella di essersi fidato dagli umani… una colpa che ha pagato a caro prezzo. Siamo a Detroit, poco prima delle feste natalizie.


Terri Looby, una donna di Sterling Heights, lo vide appollaiato su una poltrona reclinabile buttata sul marciapiede nella zona di Redford. Stava nevicando. La città di Detroit era nel mezzo di un profondo congelamento. Aveva un paio di denti da cucciolo ancora intatti e una gamba rotta e, a giudicare dalle costole che spuntavano dalla sua soffice pelliccia marrone non mangiava da un bel po’. Non era il suo primo giorno fuori, da solo, aggrappato disperatamente alle cose che per lui erano familiare: i possedimenti delle persone che lo avevano lasciato indietro. “Era tutto raggomitolato per cercare di riscaldarsi”, ha detto Looby, una volontaria della D.A.W.G. (Detroit Animal Welfare Group). “Siamo usciti dalla macchina, ha alzato la testa, ho iniziato a andare verso di lui e ho visto la sua coda scodinzolante. Ho usato la voce che faccio con i bambini e gli ho detto ‘ciao amico, stai bene?’. È venuto verso di me e ha iniziato a leccarmi la faccia.” Alla fine, salì in macchina dove Terri aveva una polpetta di pollo che lo aspettava. Lo chiamò Ollie-Loo. “Mi ha guardata e io gli ho detto ‘va tutto bene, prendila’. Ha aspettato finché non abbiamo detto che era OK prenderla”, ha raccontato Looby. “Mi avevano chiamata dicendomi che per il quartiere si aggirava un cane piccolo. Ma Ollie non era affatto piccolo. È un mix, pitbull e labrador. Prima di partire, però, una vicina si avvicinò alla macchina. Disse loro che i proprietari del cane se n’erano andati dal quartiere lasciando la loro immondizia davanti alla casa. Avevano abbandonato con l’immondizia anche i loro due cani: Ollie-Loo e un altro più piccolo. Ma dopo qualche giorno erano tornati e si erano ripresi il cane piccolo, lasciando Ollie-Loo.

Ecco spiegato il mistero del cane piccolo che correva per le strade della città.

Lei aveva chiamato i volontari di un altro gruppo di soccorso ma non era venuto nessuno.

“Ollie-Loo non si era mosso da quella poltrona. Stava solo aspettando che tornasse la sua famiglia per riprenderlo”, ha detto Looby”.

Il vicino stimava che stesse là fuori da una settimana o un po’ di più ma il cane era così emaciato che era ovvio che non era stato nutrito per un po’ prima di essere abbandonato.

“Ha solo un anno o un anno e mezzo”, ha detto Looby.

Un viaggio dal veterinario ha scoperto che Ollie aveva la gamba rotta.

Dopo l’intervento il bel cucciolone è stato adottato da una bella famiglia che non gli farà mancare nulla…