Jay Mitchell rischia la vita per non perdere il suo cane

Jay Mitchell rischia la vita per non perdere il suo cane: la sua storia fa il giro del mondo e succede quello che nessuno si aspettava; ecco la sua storia.

Home > Animali > Jay Mitchell rischia la vita per non perdere il suo cane

Jay Mitchell rischia la vita per non perdere il suo cane e noi vogliamo raccontarvi la sua storia che è toccante e dolorosa. Dopo aver perso sua moglie, la sua casa e (quasi) anche la sua vita, un vedovo di 57 anni del Minnesota sta finalmente ricevendo l’aiuto che tanto necessitava. Gli ultimi anni sono stati terribili per Jay Mitchell, che attualmente si sta riprendendo dal congelamento in un ospedale del Minnesota.

Nel dicembre del 2018, l’amata moglie di Jay Mitchell morì di cancro. Erano sposati da 27 anni. Mitchell spese i soldi che gli erano rimasti per il suo funerale. Il 2 gennaio, Mitchell, che non poteva più permettersi l’affitto, si trasferì fuori dalla sua casa, nel suo furgone con il suo cane, Hero. Hero è un mix labrador-golden retriever di 10 anni che la moglie di Mitchell, Katherine, amava perdutamente. La coppia lo aveva scelto quando aveva solo 8 settimane in una fattoria, comprandolo per $ 15.

hero

“È tutto ciò che mi rimane al mondo”, ha detto Mitchell allo Star Tribune. “Il resto della mia famiglia è nell’aldilà”.

Mentre le temperature precipitavano nel Minnesota, toccando livelli invivibili, Mitchell ed Hero cercavano di riscaldarsi sotto una pila di coperte nel vecchio furgone di Mitchell.

jay

“Era pura sopravvivenza, un’ora alla volta”, ha detto Mitchell, che ha detto che ogni ora avviava il motore del furgone per avere quel po’ di calore.

jay-ospedale

Nella sua disperazione, Mitchell pensò anche di cedere Hero alla Humane Society, dove almeno il suo cane sarebbe stato al caldo. Ma non poteva sopportare di separarsi da lui, l’ultimo membro della famiglia che gli era rimasto. Alla fine, Mitchell si rivolse a una chiesa per chiedere aiuto. Il personale della Chiesa ha aiutato Mitchell ed Hero a prendere una stanza in un hotel per un breve soggiorno di una settimana.

Jay-Mitchell-rischia-vita

Fu all’hotel che Mitchell, finalmente scaldandosi, si rese conto di quanto gli facessero male i piedi. “Non sentivo caldo da giorni”, ha detto. “I miei piedi erano freddi ma non erano congelati. Erano solo insensibili.” Mitchell, però, decise di andare al North Memorial Health Center per un controllo e fu immediatamente trasferito all’unità di ustionati di HCMC per il trattamento del congelamento dei piedi. Ma nonostante il suo dolore, Mitchell non poteva non pensare al suo cane.

cucciolo

Contro il parere del medico, Mitchell lasciò l’ospedale per poter tornare da Hero.

“Io e mia moglie abbiamo fatto un giuramento più di 20 anni fa: ci siamo promessi che nessuno verrà lasciato indietro”, ha detto Mitchell. “Quel giuramento include anche Hero. Non lo lascerei mai. So che può sembrare sciocco tenere così tanto a un cane ma lui non è solo un cane per me. È come un essere umano, come mio figlio.”

cane-jay

Con le gambe congelate, Mitchell viveva nell’agonia, pensando che probabilmente sarebbe morto. Ma poi Mitchell ha ricevuto una telefonata che lo ha fatto tornare in ospedale: una coppia del Minnesota aveva accettato di ospitare Hero a casa loro per tutto il tempo necessario. John Ganfield e sua moglie, Julie, sentirono parlare della situazione di Mitchell e immediatamente accettarono di occuparsi di Hero.

“Non è un grosso problema prendere il cane”, ha detto John Ganfield alla Star Tribune. “È solo una di quelle cose che si devono fare e si fanno.” Ganfield, però, ha fatto molto di più che ospitare Hero, ha conosciuto un po’ Mitchell e ha creato un account GoFundMe per conto suo. Ganfield ha lanciato la campagna GoFundMe il 1 febbraio e il 3 febbraio l’account ha raggiunto oltre $ 33.000 dei $ 40.000 prefissati.

“È incredibile”, ha detto Mitchell, sopraffatto dall’emozione. “Pensavo che non ci fosse speranza. Pensavo che queste ferite sarebbero guarite e sarei tornato di nuovo senzatetto e sembra che questo non accadrà.” Mitchell non è ancora fuori dal pericolo. Probabilmente i medici dovranno amputare alcune parti dei suoi piedi… entrambi i piedi. Ma Mitchell ha riacquistato qualcosa che pensava di aver perso per sempre: la speranza.

“Sono semplicemente sono parole”, ha detto tra le lacrime.

Mentre Mitchell ha davanti a se una lunga strada verso la guarigione, adesso sa che è amato dalle persone e che Hero ha una casa calda dove potrà rimanere finché non potranno tornare di nuovo insieme.