Jean, non era tutto quello che si vedeva

Una femmina di pitbull di nome Billie Jean è stata consegnata alla DeKalb County Animal Services (DCAS) in Georgia quando il suo proprietario non la voleva più. È arrivata visibilmente maltrattata e scheletrica, era coperta di ferite e cicatrici, mancavano quasi tutti i denti. Ma la cosa peggiore la doveva ancora raccontare



Billie Jean stava sempre peggio, la cagnolina rimase per due giorni senza mangiare e senza interagire con gli umani. Una mattina, la volontaria entra nel suo box, lo avevano reso più confortevole possibile, poco dopo si resero conto di una cosa che colse tutti di sorpresa. Billie Jean partorì da sola, senza nessun aiuto, senza nessuna mano amica, senza conforto. Erano otto i cuccioli, bellissimi, ma sfortunatamente erano tutti malati. Billie Jean aveva la polmonite, purtroppo l’hanno separata dai piccoli per evitare il peggio, quando la sua salute migliorò, solo tre dei suoi cuccioli erano sopravvissuti, Billie Jean li ha subito riconosciuti e leccati, come farebbe una grande madre. Alla fine rimasero in vita solo due piccolini, Phelps e Simone, ma arrivò una chiamata da parte della polizia, avevano trovato un beagle cucciolo, lo misero vicino ai due sperando che Billie Jean lo “adottasse” come suo . La cagnolina ha dimostrato ancora amore e riconoscenza, ha accolto e salvato anche quel piccolino che non era suo, permettendo così di crescere sano e forte. I piccoli sono, ad oggi, nel rifugio, per loro aspettano famiglie speciali. Dopo tanta sofferenza la cagnolina è ancora predisposta all’essere umano, non ha rancore verso chi l’ha fatta soffrire e patire le pene dell’inferno