Judith, costretta a vivere alla catena per 10 anni

Chiudete un secondo gli occhi e immaginatevi a vivere per dieci lunghi anni attaccati con una pesante catena al collo, in mezzo alla sporcizia, sotto la pioggia o il sole cocente, in mezzo al fango, così tanto fango da non riuscire più a muovere le zampe. Senza un riparo, nemmeno una cuccia o una coperta. Questo è quello che è accaduto a Judith, la cagnolina nella foto di seguito.

Il vicinato aveva notato più volte la situazione e chiamato la polizia, hanno provato anche con le associazioni, ma niente, nessuno ha mai mosso un dito in 10 anni. Poi, una sera è successo qualcosa di troppo schifoso e uno dei vicini si è stufato, e ha deciso di prendere in mano la situazione.

Quei ragazzini, coloro che dovevano essere i suoi umani, rientrarono a casa ubriachi e avevano così tanta voglia di ridere che, prima di rientrare, hanno deciso di urinare su Jidith per ridicolizzarla un po’.

“Ero indignato dinanzi quella scena e non mi interessava che era tardi, ho chiamato l’associazione della zona e li ho minacciati. Ho detto loro che se entro pochi minuti non sarebbero venuti mi sarei attaccato al telefono tutta la notte. Alla fine, sono arrivati e quando ha visto in che condizioni viveva, hanno abbassato la testa, hanno provato pena per lei. Aveva il pelo tutto sporco e annodato. Si trascinava le zampe posteriori, non ce la faceva nemmeno più a camminare.

L’hanno prelevata e portata d’urgenza al pronto soccorso veterinario, dove le hanno diagnosticato una grave artrite e l’hanno tosata per poter curare e disinfettare le lesioni che ricoprivano la maggior parte del suo corpo. Finalmente era libera e quella sera ha dormito al caldo”, questo il racconto del vicino che le ha salvato la vita.

Il giorno successivo i volontari hanno raccontato la sua storia sui social e in pochissimo tempo sono iniziate ad arrivare decine di richieste di adozione. Alla fine è stata una coppia amorevole, Mike e Alisia a portarla a casa. Hanno acquistato per lei un carrello per aiutarla a camminare e da quel momento si prendono cura di lei giorno dopo giorno. Forse Judith non dimenticherà mai quei brutti episodi del suo passato ma finalmente, anche se dopo 10 anni, ha conosciuto l’amore.