La bocca di Charlie

Salvano Charlie senza sapere cosa nascondeva in bocca

Home > Animali > La bocca di Charlie

Arrivò una telefonata anonima, crediamo che sia stato qualche malfattore che si è recato sul posto a buttare materiale inquinante, magari, nella sua anima, vive un po di amore per gli animali. Charlie fu trovato  legato in una discarica, circondato da immondizia, dolorante, sanguinante e con gli occhi di chi ha solo dolore addosso.

Non aveva altra scelta che aspettare che qualcuno lo trovasse.La sua faccia era molto gonfia dalle botte prese, era affamato, completamente solo e immobilizzate. Due volontarie meravigliose hanno recuperato Charlie, lo mettono in auto per portarlo nell’ospedale per gli animali di Philadelphia, improvvisamente il cane apre la bocca e cadono sul sedile decine e decine di larve.  Quando i veterinari lo hanno visto hanno commentato di non aver mai visto nulla di simile prima.”Abbiamo aperto la sua bocca, e visto che l’interno era pieno di vermi”, ha detto Adria Rebbecchi, direttore medico. I veterinari offrirono di tasca propria le cure migliori,  visto che molti dei suoi tessuti erano morti e mangiati dalle larve, sono stati costretti a rimuovere una parte di essi. Charlie è stato operato in modo che il suo labbro potesse guarire e ricominciare a crescere, questo era la conseguenza delle ferite che aveva. . E’ stato nutrito con piccole porzioni di cibo diverse volte al giorno in modo da poter riprendere forza. Nonostante quello che ha sofferto, ha mostrato un enorme amore. Natalie Barber è una delle volontarie che ha trovato Charlie, si è molto affezionata a lui e quando è stato il momento di trovare una casa, non ci ha pensato per un secondo. La famiglia ha già un cane e sarà molto felice di avere una nuova compagnia. Charlie sta molto bene con Lucas, il figlio di Natalie.

Charlie aveva un chip e stanno ancora cercando il suo precedente proprietario per scoprire perché Charlie è stato così duramente maltrattato.

Fortunatamente Charlie sta bene oggi. Ma in questo modo non puoi trattare un cane.

Condividi questa storia per lodare Charlie e le persone che lo hanno salvato!

 

Buona vita, adesso sarai felice