La brutta storia di Poly

Home > Animali > La brutta storia di Poly

Alla fine di settembre il Servizio per gli Animali, a Santa Barbara, ha trovato una cagnolina che dietro di se aveva una storia orribile. Era Poly, una cucciola di pit bull abbandonata su una panchina. Sola e cieca. In più la cosa più grave era che aveva appena partorito.

Non si è mai scoperto chi le abbia fatto una cosa così orribile. L’unica cosa certa che sapevano i volontari, era che dovevano fare qualcosa per aiutarla. Poly era terrorizzata. Non sapeva se poteva fidarsi di quelle persone che erano andate li ad aiutarla. Non sapeva se anche loro, come qualche altra persona, le avrebbero fatto del male. Quando i ragazzi, l’hanno portata al rifugio, il veterinario ha fatto una scoperta terribile. Poly oltre ad essere cieca dalla nascita, aveva anche gravi problemi al cuore. In più i cuccioli che aveva appena partorito, non sono mai stati trovati. Forse erano rimasti a quella persona che aveva abbandonato la cucciola. Il suo sogno era solo quello di avere una famiglia che le dava amore e le attenzioni di cui aveva bisogno, ma nessuno voleva occuparsi di Poly e della sua tragica situazione. Per questo una volontaria del rifugio ha scritto questo sulla loro pagina Facebook: “Abbiamo raggiunto il punto in cui abbiamo bisogno di chiedere aiuto al di fuori del nostro territorio per trovare una famiglia che vuole adottare Poly. Per darle amore, l’attenzioni che merita e soprattutto, un luogo felice dove poter vivere la sua vita. Lei merita di ricevere amore e di avere qualcuno che la ami, perché è così speciale.”

Il problema di questa piccola a quattro zampe, che essendo cieca, nel rifugio quei rumori forti le mettono molta paura.

Nel frattempo che arrivi la famiglia adatta a lei, Poly riceve tutto l’amore e le cure di cui ha bisogno dai volontari.

Condividete tutti la triste storia di questa cucciola a quattro zampe.