La compagnia americana Delta accetta i cani a bordo: un esempio per tutti

Dopo le ultime tragiche notizie che riguardavano alcuni cani che hanno perso la vita durante il trasporto aereo, ci sono state molte polemiche. le compagnie aeree non sempre accettano i cani a bordo e quelle che lo fanno spesso hanno delle regole ferree che bisogna rispettare.



Ecco perché abbiamo pensato di fare un giro di controllo e capire meglio quali sono le compagnie che lo fanno. Da qualche anno a questa parte è stata introdotta una novità nei trasporti aerei: i cani non dovranno più essere trasportati nella stiva… adesso è possibile viaggiare con i nostri amici fedeli seduti comodamente accanto a noi. Tutto è partito dalla compagnia americana  Delta , la quale, dopo decine di incidenti accaduti negli anni passati, ha deciso di cambiare atteggiamento nei confronti degli animali. Per iniziare la compagnia ha fatto partire un progetto che, per adesso, riguarda solo gli animali di media e piccola taglia ma che, a detta dei vertici della compagnia, sarà esteso a tutti. Si tratta solo di un adeguamento dal punto di vista dello spazio e appena sarà fatto, ci saranno buone notizie anche per gli animali di grande taglia. E la compagnia aerea Delta, oltre a introdurre queste nuove regole, ha spronato anche le altre compagnie a fare lo stesso gesto d’amore nei confronti degli animali. In Italia ci sono alcune compagnie che hanno seguito il suo esempio. Per chi non lo sapesse, la compagnia Alitalia, per esempio, permette l’imbarco sugli aerei degli animali con un peso inferiore ai 10 kg. Air Transat, invece, consente solo la presenza dei cani guida sull’aereo e trasporta in stiva solo i cani e i gatti (trasporto vietato agli altri animali, chissà perché).

Lufthansa, invece, prevede il trasporto di cani e gatti sull’aereo ma all’interno di gabbiette che devono avere determinate dimensioni…

Chi viaggia insieme al proprio animale domestico deve accertarsi anche sugli eventuali scali per non rischiare di trovarsi in situazioni delicate (gli animali potrebbero essere fermati per effettuare dei controlli sanitari).

Questo discorso, ovviamente, non riguarda i cani guida che, per legge, possono viaggiare senza problemi con il loro proprietario.

E, quando viaggiate, non dimenticate la ciotola dell’acqua, del cibo solido, qualche giochino per tenerli impegnati e delle copertine assorbenti ma, soprattutto… il libretto sanitario dell’animale con le vaccinazioni aggiornate, perché senza questo il vostro cane o gatto non potrà viaggiare con voi!

Fonte: repubblica.it