La condizione sconosciuta che ha fatto perdere la vita di Hanz

Home > Animali > La condizione sconosciuta che ha fatto perdere la vita di Hanz

Oggi abbiamo deciso di parlarvi di quello che è accaduto a Jen Walsh, dopo aver passato una giornata al lago, con la famiglia e la sua amata cagnolina Halz. La donna, era solita buttare nell’acqua un bastone, per poi farlo raccogliere alla sua amica a quattro zampe, dopotutto era il suo gioco preferito.

In un’ora e mezza, Halz è entrata in acqua più di venti volte. Era felice e nessuno era a conoscenza del pericolo che stava correndo. Qualche giorno dopo però, la salute della cagnolina è deteriorata e nessuno riusciva a capire il motivo. Così, l’hanno portata subito dal veterinario, che ha fatto un trattamento d’urgenza, che però, purtroppo non ha avuto successo. Hanz è morta poco dopo. Nella famiglia, nessuno sapeva di quello che era capitata alla loro amica a quattro zampe. Il medico, poi dopo averla visitata, ha scoperto che aveva avuto un’intossicazione d’acqua, nota come iponatriemia. Questa malattia, uccide diversi cani ogni anno. E’ causata da un’eccessiva assunzione di liquidi, questo fa si che le cellule del cervello si gonfiano e queste ultime controllano il sistema nervoso centrale e per questo possono portare alla morte dei nostri pelosi. I nostri amici a quattro zampe, non possono capire quando è il caso di smettere di bere, per questo, noi amici umani dobbiamo controllarli costantemente. I primi sintomi da avvelenamento d’acqua, sono: stanchezza, vertigini, perdita d’appetito, baci eccessivi, vomito e nei casi più gravi difficoltà a respirare e perdita di coscienza. Per questo motivo è importante tenere sempre sotto controllo il vostro cagnolino, per evitare che questa tragedia possa capitare anche a voi.

La famiglia Walsh non era a conoscenza di tutto questo ed infatti dicono: “Vorremmo essere stati avvertiti prima su questo pericolo. Forse avremmo salvato la vita di Hanz!”

Purtroppo, questa condizione esiste e bisogna sempre evitare di far tuffare troppo i cani in acqua.

Aiutateci a far conoscere questa storia a tutti i vostri amici.

Condividete!