La palla

Era un pomeriggio d’estate, un uomo si ritrova davanti a qualcosa di molto strano, una palla di peli, sembrava…Nell’immediato non ha capito che si trattava veramente di un animale, per un attimo ha pensato di aver trovato un riccio ma le dimensioni non potevano essere quelle, effettivamente qualcosa non quadrava in tutta la


storia. L’uomo chiama aiuto, chiama i volontari della RSPCA, i ragazzi, giunti sul posto, si sono resi conto che il poverino aveva bisogno di cure mediche, quindi hanno trasportato il povero animale nella clinica veterinaria. L’animale aveva la rarissima sindrome del palloncino. Si tratta di una situazione improvvisa molto rara causata dall’accumulo di aria sotto la pelle. Si gonfia raggiungendo dimensioni enormi, talmente grandi che si stenta anche a riconoscere il proprio animale una volta coinvolto. In questo caso, il riccio aveva raggiunto livelli gravi, le sue possibilità di vita erano veramente poche, stava letteralmente per scoppiare. Le radiografie confermano la tesi inioziale, una prima terapia di pronto soccorso e poi i trasferimento al Stapeley Grange Wildlife Center nel Cheshire, dove, in l’anestesia, hanno cercato di far fuoriuscire più aria possibile. Rimarrà in questo centro per tutto il periodo di riabilitazione e finché non avrà recuperato completamente le sue capacità. Dopodiché, sarà reinserito nel suo habitat naturale. Ogni vita merita di essere salvata, forse non tutti avrebbero perso una giornata dietro ad un piccoletto del genere, ma il riccio ha avuto fortuna, è capitato davanti alla persona giusta, una persona buona! Ogni vita salvata lascia qualcosa di bello nelle persone, non ci credete? Provate anche voi a non girare la testa dall’altra parte!

un pochino strano c’è

una volta guarito sarà fantastico

è un essere che sente fame e dolore