La pitbull continuava a scappare da casa e, alla fine, i volontari hanno capito perché

Via, la pitbull che scappava, cercava di dire qualcosa ai volontari ma nessuno la capiva. Ecco perché lo faceva.

Il sovraffollamento è un problema serio per i cani in molte parti degli Stati Uniti. Di conseguenza, molti cani faticano a trovare una casa per sempre e finiscono per vivere per strada o in una casa con condizioni non idonee. Era questo anche il caso di Via, una femmina di pitbull.


Una volontaria la trovò su una delle strade di Abilene, in Texas. La povera cagnolina cane aveva delle ferite (una aperta sulla testa) ed era estremamente magra. “Quando sono uscita dalla macchina, lei è venuta verso di me strisciando sulle zampe e ha abbassato la testa come se volesse chiedermi di avere pietà di lei. Era spaventata”, ha detto Lea Frissen, la volontaria che ha soccorso Via. “Ho avvolto il guinzaglio attorno al suo collo e l’ho fatta salire nel retro dell’auto.” Lea si stava già occupando di un altro cane salvato quando ha trovato Via, quindi ha dovuto portarla in un rifugio per animali locale per controllare se avesse il microchip… e, come se lo aspettavano, non lo aveva. Lea iniziò a diffondere le foto di Via sui social media, per vedere se il suo legittimo proprietario si sarebbe fatto avanti. Ma ha scoperto che Lea era già stata trovata poche settimane prima e riportata al proprietario.

pitbull-scappa

La persona che l’aveva riconsegnata aveva informato il rifugio che nel cortile c’erano tanti altri cani che sembravano molto arrabbiati, come se fossero pronti per combattere.

pitbull-scappa

Stavolta, però, nessuno ha rivendicato Via dopo diversi giorni, e così quando è diventata disponibile per l’adozione, Lea è intervenuta e l’ha adottata.

Ora Via sta con lei e ama la sua nuova vita.

Le ferite di Via hanno iniziato a guarire e lei ama i suoi alcuni nuovi fratelli che sono gentili con lei. C’è Orso, un Labrador salvato, Pika il carlino, Itsy, il Chihuahua e Luna, un mix di pastore tedesco.

È così triste che i cani come Via siano costretti a vivere in ambienti così pericolosi ma solo perché affrontano ostacoli all’inizio della loro vita non significa che non ci sia speranza per il loro futuro.

Se ti è piaciuta, condividi questa storia con i tuoi amici.