La pubblica umiliazione di una donna che non da cibo al suo cane

Non da cibo e acqua al suo cane, la polizia interviene

Home > Animali > La pubblica umiliazione di una donna che non da cibo al suo cane

Gli eventi si sono verificati in un’umile zona dell’Argentina quando una donna, agente di polizia della città, trasmette un messaggio forte a una donna di fronte ai suoi figli. La donna aveva il suo cane legato e senza cibo e dopo le lamentele da parte dei vicini l’agente si avvicinò alla casa, situata a San Francisco Solano (Buenos Aires).

” Devi avere rispetto di un animale, non puoi tenere un cane legato a catena, magro per il poco cibo che dai e con un riparo del cavolo. Questo non lo devi fare e non devi insegnare ai tuoi figli questo. Il cane lo devi accudire, amare e coccolare, deve vivere la famiglia, non la solitudine. Capisci si o no cosa sto dicendo? Siamo quasi al 2020, non siamo nel 1960 che abbiamo avuto animali legati e affamati ovunque, senza che nessuna legge si occupasse di loro. Lascia stare gli animali se non capisci il loro grande valore nella vita degli umani, se non hai rispetto per loro, lasciali stare, non prendere un cane se devi farlo soffrire, dice la donna poliziotto alla signora. La cosa che lascia riflettere è che l’agente tutto questo discorso lo fa alla donna davanti ai suoi figli, ha voluto di proposito farla vergognare per lanciare un messaggio ben preciso a quei giovani. Indubbiamente è da ammirare il discorso che questa buona poliziotta fa alla donna e come cerca di cercare di convincerla, con le buone, che il suo atteggiamento nei confronti degli animali è completamente sbagliato e, cosa peggiore, lo sta insegnando ai figli.

l’esempio è la prima cosa

notate i bambini che ascoltano

un pericolo sono i genitori incivili