La scatola di Pandora

Un giorno il personale di un centro veterinario di San Jose trovò una misteriosa scatola sulla soglia della porta. La scatola emanava un odore estremamente sgradevole. Sembrava contenesse un corpo in decomposizione e tutti avevano paura ad aprirla. Ma si fecero coraggio, anche perché da dentro si sentivano dei rumori strani.

Dentro c’era una cagnolina spaventata. Era chiaro che per molto tempo il povero animale non era stato curato da nessuno: aveva i peli aggrovigliati e una grossa ferita sul collo. Era sporca e puzzava di marcio. la ferita sembrava infetta e i veterinari decisero di intervenire. La chiamarono Pandora, come nel mito greco e iniziarono a visitarla. La cagnolina era molto debole ma si comportava molto bene, segno che era abituata a stare con gli umani. Prima l’hanno tosata e lavata e Pandora sembrava molto felice. Una volta ripulita i veterinari hanno capito che la ferita che Pandora aveva sul collo non era stata provocata da qualcuno ma era un tumore. Bisognava intervenire chirurgicamente. Una volta sul tavolo dell’operazione Pandora è stata controllata anche in bocca: i medici hanno dovuto estrarre alcuni denti che erano marci e le provocavano dolore, impedendole di mangiare bene. Hanno rimosso chirurgicamente il tumore e Pandora si è ripresa subito.


E quando Pandora si è completamente ripresa dopo l’intervento, i veterinari le hanno trovato subito una nuova casa.

Si può vedere dalle foto quanto è felice ora che vive nella sua nuova casa, insieme ai suoi nuovi proprietari che la riempiono di amore e affetto.

Pandora, senza dubbio, se lo meritava!

Se la storia di Pandora ti ha colpito il cuore, assicurati di condividerla con i tuoi amici e conoscenti che usano i social network!

Difondiamo così il gesto di queste meravigliose persone che hanno dato una seconda opportunità a Pandora.