Edgardo-Zúñiga-Juarez-cani

La storia dell’uomo che per 6 anni ha salvato cani in Messico

Questa è la storia di un uomo che per sei anni in Messico ha salvato cani in difficoltà, unendo la sua passione per il viaggio a quella degli animali

Edgardo Zúñiga Juárez è un uomo davvero speciale. Un giorno ha deciso di unire due grandi passioni, seguendo il detto che se fai ogni giorno ciò che ami non lavorerai mai un giorno nella tua vita. Le sue passioni erano i viaggi e i cani. Per 6 anni ha viaggiato in Messico per salvare dei poveri cani in difficoltà in giro per il paese.

Un giorno Edgardo Zúñiga Juárez ha deciso di intraprendere un lungo viaggio, una vera e propria missione per tutto il Messico per salvare i poveri animali bisognosi, che avevano necessità di qualcuno che si prendesse cura di loro. Da lì il soprannome di Edgardo Perros: perros, infatti, in spagnolo significa proprio cani. In un documentario viene raccontata la sua storia: lui si occupa dei cani feriti, abbandonati, rimasti soli che trova in giro per il paese, soprattutto nelle zone rurali. All’inizio è partito da solo con i suoi tre cani, portando con se solo un carrello pieno delle sue cose.

Mentre il gruppetto viaggiava raccoglieva per strada cani maltrattati, abbandonati, feriti, aiutandoli a cambiare vita, a trovare quella seconda opportunità di una vita dignitosa che era stata portata via loro chissà quanto tempo prima. Grazie ai suoi tre cani, i salvataggi di Edgardo Zúñiga Juárez sono sempre stati molto facili: loro riuscivano a calmare anche i cani randagi più paurosi.

Negli ultimi sei anni Edgardo ha salvato circa 500 cani, non rinunciando a nessuno di loro. Li cura e li prepara per essere adottati. Ogni volta per lui è una gran tristezza vedere le condizioni dei cani che salva, perché sa che dietro quelle storie ci sono anni di abusi. Non è arrabbiato con chi commette certe cose, ma è triste per loro perché forse non hanno mai provato amore.

Dalle zone rurali vorrebbe passare ad aiutare i cani nelle grandi città. E continuerà fino all’ultimo respiro.

Otto sintomi della presenza di un'infezione alle vie urinarie

Domanda all'hotel se può portare il suo cane. La risposta che riceve è incredibile!

Treviso: Luna attende i suoi umani sulla panchina

Loois, un amore senza confini

La straziante lettera di addio di Nicole Curtis alla sua cagnolina Lucy

Questa è una forte dimostrazione di quello che meriterebbero i nostri amici pelosi

Legato ad albero per tutta la vita, trova la libertà grazie ai volontari