La storia di Athena, la cagnolina anziana seppellita viva

Una terribile storia che è accaduta a Parigi, raccontata al mondo da un comune passante e se oggi siamo qui a raccontarla a voi è per rendere onore a quest’uomo speciale che ha cambiato la sua vita per salvare quella di un animale. Pedro Dinis, questo il suo nome, stava camminando con il suo amico a 4 zampe nei pressi del quartiere in cui vive, quando, all’improvviso, qualcosa ha attirato la sua attenzione.

La strada era sterrata, la prendeva spesso per accorciare il ritorno a casa ma questa volta, in quel terriccio abbandonato c’era qualcosa. Si trattava di un cane anziano, sepolto vivo. La sua testa usciva dal terriccio, si agitava per riuscire a respirare anche un solo filo d’aria, ostacolato dalle pietre e dalla terra che gli finivano in bocca. La sua età non era d’aiuto, il suo corpo era fragile e aveva una sola possibilità di farla finita, quella di lasciarsi andare alla morte. L’uomo ha poi scoperto che si trattava di una femmina di Dogue di Bordeaux e che soffriva di artrite.

Era stata abbandonata lì da qualche mostro che sapeva che la strada era isolata e raramente percorsa dalla gente. Pedro non ha esitato nemmeno un secondo, ha iniziato a scavare a mani nude.

“Ero incredulo, chi poteva averle fatto ciò? Ma la cosa che più mi ha commosso in quel salvataggio e che mi ha dato la forza, è stato vedere il mio cane aiutarmi, mi è venuto accanto e ha iniziato a scavare con me”, ha raccontato l’uomo.

Dopo averla tirata fuori, Pedro ha provveduto a rifocillarla e ha poi chiamato i soccorsi. Dal tatuaggio di Athena, questo il suo nome, è risultato che apparteneva ad un ventunenne che ha negato l’accaduto. Ha affermato di averla persa da giorni, era scappata. Ma gli agenti non erano stupidi, hanno guardato la cagnolina, debole, malata e senza un briciolo di forza, come faceva a scappare? Il ragazzo è stato accusato di crudeltà verso gli animali e rischia 2 anni di carcere e una multa molto salata.

Athena si trova in un rifugio di un’amorevole associazione francese e si sta riprendendo giorno per giorno.

Di seguito il video della storia:

Vogliamo ringraziare Pedro per l’opera compiuta, perché non si è voltato davanti a una scena agghiacciante e ha donato, a un’anima ormai perduta e rassegnata, una seconda possibilità di essere felice!

Condividete anche voi questa storia, onorate questo uomo, GRAZIE EROE!

di Lisa