La storia di Bob e della fedeltà del suo amico a quattro zampe

Il povero Bob la notte di capodanno è stato salvato dal suo amato amico a quattro zampe. La sua storia ci fa capire la fedeltà dei nostri pelosetti. Bob vive nel Michigan negli Stati Uniti, in una fattoria solo con il suo cane. La notte di capodanno alle 22.30 era in casa a vedere la partita in tv e durante una pubblicità è uscito fuori a prendere un po’ di legna per fare il fuoco, ma non si è accorto che c’era una lastra di ghiaccio e si è ritrovato a fare una caduta impressionante. E’ rimasto bloccato a terra, impossibilitato a muoversi per 20 lunghe ore.


Iniziò ad urlare ma a quell’ora, a -4 gradi, nella fattoria un po’ lontano dalla città e la notte di capodanno, non l’ha sentito nessuno, solo il suo piccolo amico peloso, che però non sapeva cosa fare se non abbaiare e leccare Bob per provare a riscaldarlo. Il cucciolo ha cercato di salvare il suo umano per circa otto ore. Fino alle 6.30 del giorno successivo quando il suo vicino Kelsey ha sentito i lamenti e è corso in loro aiuto. Ha chiamato subito i soccorsi. Arrivato in ospedale, Bob era in ipotermia e aritmia. E’ stato sottoposto ad un operazione per l’infiammazione dei dischi che gli ha bloccato la colonna vertebrale. Visto la situazione delicata del povero uomo, i medici hanno deciso di fargli abbracciare il suo amico a quattro zampe anche mentre era sul letto dell’ospedale. Bob in quella notte ha rischiato davvero la vita, ha passato l’ultimo dell’anno, il giorno di capodanno, nella paura di non farcela, ma se si è riuscito a salvare, è solo grazie al suo Fido.

Se non ci fosse stato lui, le cose sarebbero andate sicuramente in un modo diverso, cosa che hanno detto anche i medici, Bob non sarebbe mai sopravvissuto fino all’arrivo di Kelsey.

Condividete per far capire l’importanza degli amici a quattro zampe nelle nostre vite e per mostrare al mondo cos’è la fedeltà!

Bravo cucciolo!