La storia di Cupido, abbandonato per la sua disabilità

La vita di Cupido non è iniziata per niente bene. Era solamente un cucciolo, aveva poche settimane di vita, quando è stato abbandonato in un sacco della spazzatura in una strada principale di Toronto. La sua storia è stata conosciuta in tutto il mondo, perché i volontari di The Dog Rescuers, l’hanno pubblicata sulla loro pagina.


Hanno scritto di aver visto quel sacco nero che si muoveva e quando si sono avvicinati per controllare, hanno visto lui, Cupido. Credono che sia stato abbandonato per la sua disabilità genetica, cioè che era nato senza zampe anteriori. I ragazzi di quella associazione, l’hanno portato subito nella clinica dal loro veterinario, tutti sapevano che dovevano fare qualcosa per aiutarlo. Così hanno iniziato a nutrirlo, a dargli affetto e amore. Poi, Pawsability, società con sede a Toronto, ha offerto a Cupido delle protesi per le sue zampe anteriori. Inoltre, gli hanno messo anche un paio di sci nelle sue nuove gambe, per allenare i muscoli delle zampe posteriori e dell’addome. Alla fine, la riabilitazione del piccolo è andata benissimo. Ora ha tutto l’amore che un cane può chiedere, i volontari fanno di tutto per lui. La sua storia ha fatto il giro del mondo e tutti sono molto grati a questi ragazzi e a quella società che ha fatto le protesi per Cupido. Tutti si sono innamorati di lui, è dolce, è piccolo e molto felice. Nonostante la sua disabilità il piccolo, ogni giorno è contento di quello che hanno fatto per salvargli la vita.

Il suo nome è per la forma del suo naso, cioè a cuore. Ora è ancora nella clinica e sta facendo gli esercizi per imparare a camminare con le sue protesi.

Presto i volontari faranno di tutto per cercare una nuova famiglia per Cupido, che possa amarlo e dargli tutto quello che ha bisogno.

La sua storia merita di essere conosciuta in tutto il mondo, per rendere omaggio ai volontari e per far conoscere a tutti il suo spirito allegro.

Condividete!