La storia di Duncan

Home > Animali > La storia di Duncan

In Inghilterra, l’associazione senza scopo di lucro chiamata Blue Cross, si è ritrovata a dover accompagnare un incrocio di Pitbul , nel suo ultimo viaggio. Questo a causa di una decisione presa dalla corte. L’ente in questione ha deciso di fare una petizione per raccogliere quante più firme possibili, per cercare di far cambiare ai politici questa regola sui cani di alcune categorie specifiche.

La storia di questo meraviglioso cane, di nome Duncan, è stata inoltrata su Facebook. Quando questo povero animale è entrato nell’organizzazione, le sue condizioni erano veramente pessime. Era malnutrito, gli si vedevano tutte le ossa attraverso la pelle. Come se non bastasse questo povero cane, aveva un’infezione che gli comportava ad avere i piaghe su tutte le zampe. Secondo il personale dell’organizzazione, Duncan non ha mai avuto una casa dove poter ricevere amore e delle cure, quei piccoli gesti che meritava. Un’altra cosa che ha scoperto lo staff, è stato il lato gentile giocoso e voglioso di apprendere che aveva Duncan, infatti una volta entrato nel rifugio ed aver ricevuto delle cure, la sua scarsa salute e la sua malnutrizione stavano diventando solo un brutto ricordo, dando gradualmente rilievo alla tenerezza di questo animale. Secondo le leggi, ogni animale di strada che entra in un rifugio, deve essere segnalato al governo locale, per far si che possa essere registrato. Purtroppo, Duncan aveva le sembianze delle razze “pericolose“. Per questo al ricovero non venne concessa la possibilità di affidare Duncan ad una nuova famiglia né tanto meno ad un altro rifugio, ordinando l’eutanasia immediata. Duncan ricevette questo trattamento ospedaliero nel febbraio del 2017.

I video pubblicati su questo cane rivelano che aveva un comportamento gentile ed educato.

È stato in grado di apprendere semplici istruzioni in poco tempo, ed era sempre più felice di apprendere.

Per lui non sarebbe stato difficile trovare una nuova casa piena di amore e di attenzioni, una casa che gli avrebbe permesso di vivere felice per il resto dei suoi giorni, ma a causa dell’intervento della corte la sua vita è terminata.

L’organizzazione che lotta per i diritti di animali ha pubblicato una Petizione per abolire questa legge sui cani pericolosi.