La storia di Piastrina: per non dimenticare

Era da un po’ che non vi parlavamo di loro, ma non li abbiamo dimenticatati: sono i gli angeli della Clinica Duemari. Siamo sicuri che ve li ricordate: hanno salvato Palla, la cagnolina trovata mentre vagava con un laccio al collo. Da allora sono successe tante cose perché loro combattono ogni giorno per salvare vite…


Una di queste vite ci ha rubato il cuore e abbiamo deciso di parlarvene. Lo facciamo, non per intristirvi ma per farvi capire che nella lotto contro la morte a volte si vince e altre volte si perde e, nella clinica, lo sanno bene. Il più delle volte i medici della Duemari vincono e riescono a strappare alla morte i poveri animali. Ma ci sono anche i casi, come quello di Piastrina, la gattina protagonista della nostra storia, dove non c’è nulla da fare e dove l’amore non basta. Ma andiamo per gradi. L’11 di maggio in clinica è arrivata una gatta incinta in pessime condizioni. Di lei non sappiamo molto… sappiamo solo che le sue condizioni erano disperate (era in gravissima dispnea post traumatica) e che i medici della Duemari hanno deciso di far nascere prematuramente la piccola gattina che poi hanno chiamato Piastrina. Mancavano, a detta della dottoressa Monica Pais, 3 o 4 giorni al termine ma sono stati costretti a farla nascere per dare una possibilità sia a lei che alla sua mamma. Ed è così che è cominciata la vita di Piastrina: la dottoressa Pais non ha mai nascosto il suo timore e non ha mai sciolto la prognosi. Piastrina era piccolissima ma si aggrappava alla vita con le unghie e con i denti. Una persona l’aveva chiamata con disprezzo un “aborto di gatto” piccolo e normale.

Ma è proprio qui la cosa straordinaria… nonostante tutto Piastrina ha combattuto e ci ha fatto sperare.

Sono stati 5 giorni di paure, di fiato trattenuto, di notti in bianco, perché Piastrina doveva essere alimentata ad intervalli regolari con il sondino, di cure perché la piccola doveva stare in un ambiente a temperatura controllata e di speranze.

Purtroppo, però, Piastrina non ce l’ha fatta. Stamattina il triste annuncio della dottoressa Pais sulla pagina Facebook della Clinica Duemari.

Ma anche se Piastrina ha messo le ali, la battaglia degli eroi della clinica Duemari continua ogni giorno, cercando di salvare altre vite.

E, se anche voi volete fare la vostra parte e aiutarli, potete farlo donando il vostro 5×1000 all’associazione Effetto Palla Onlus.

Insieme tutto sarà più facile.