La trasformazione di Niya

Questa storia commovente ci arriva dal Trenton, nel Tennessee e ha come protagonista una cagnolina di nome Niya. La povera cucciola veniva da un passato terribile ed era estremamente stressata. Niya è stata portata nel rifugio Gibson County Wildlife Refuge di Trenton, Tennessee. Ed è lì che la sua vita è cambiata.

Una donna di nome Kimberley Slown l’ha vista e si è subito innamorata di lei. L’hanno portata a casa e hanno cominciato il lungo percorso di riabilitazione. Ma non era così facile, Niya era davvero terrorizzata perché aveva subito dei maltrattamenti per così tanto tempo. Aveva delle ferite sul suo corpo che raccontavano quello che aveva passato. Aveva una ferita sopra l’occhio e un’altra sopra il suo tartufo. Quella all’occhio le era stata provocata da un colpo con un oggetto contendente mentre quella sopra il tartufo aveva una storia diversa: il suo ex proprietario aveva usato una latina come museruola, per impedirle di aprire la bozza e i suoi margini taglienti l’avevano ferita. Negli occhi di Niya c’era tanta sofferenza e tanto dolore. La cagnolina aveva paura a viaggiare in macchina e a dormire da sola nel suo lettino. Non accettava nemmeno le carezze: solo vedendo la mano le faceva paura. Anzi, possiamo dire che aveva proprio paura a dormire. Chiudeva gli occhi per brevi periodi e poi li riapriva di scatto, come se temesse che qualcosa le accadesse durante il sonno. Kimberley ha deciso di darle tutto il tempo che le occorreva per riprendersi. Ma, qualche notte dopo l’adozione, accade qualcosa di meraviglioso. La donna era al letto e dormiva quando ha sentito un muso caldo che le annusava la mano. Era Niya che era accanto al suo letto. Quando Kimberley si è svegliata, la cagnolina ha cominciato a leccarle la mano e si è fatta accarezzare la testa. Era la prima volta che accettava serenamente il tocco umano. Aveva voluto ringraziare, a modo suo, la donna che l’aveva salvata…

Da quel giorno le cose sono iniziate a cambiare.

Pian piano Niya ha cominciato a capire che per lei, in quella casa, ci sarebbe stato solo amore.

 

Ha cominciato a viaggiare serenamente in macchina, ad accettare le coccole e a vivere finalmente la normale vita di un cane.

Davanti a lei c’è ancora una lunga strada ma ce la farà. Buona vita Niya!    Niya era stata maltrattata per tutta la sua cita ed era terrorizzata dagli umani. Se provavo ad avvicinarmi mi ringhiava, se provavo ad accarezzarla mordeva. L’ho portata a casa sperando di cambiarla ma non ero pronta per quello che è successo quella notte