La vera storia di Yaqui

Come ben sapete la Spagna settentrionale è stata devastata da alcuni incendi che hanno raso al suolo gran parte del territorio boschivo della Galicia. Stiamo parlando di circa 80 incendi boschivi che i vigili del fuoco fanno fatica a spegnere.


Il primo incendio è partito da Chaveán, nel municipio di Chandrexa de Queixa e si è subito propagato fino alla confinante Castro Caldelas. Presto le fiamme sono arrivate ad altri 8 Comuni di Galizia: Ponteareas, Baños de Molgas, Salvaterra de Miño, As Neves, Gondomar, San Cristovo de Cea e Cervantes.

Molti abitanti sono stati allontanati dalle zone pericolose… e in tutto questo inferno è successa una cosa che ha fatto commuovere tantissime persone. Si tratta di una foto scattata nella zona di Chandebrito, en Nigrán (Pontevedra) da un fotografo che si trovava lì per caso.

Si tratta della foto di un cane che scappa da un incendio portando in bocca quello che sembrava un animale carbonizzato ha fatto il giro del mondo e ha commosso tutti. L’animale che il cucciolo portava in bocca aveva le misure di un cucciolo e molti hanno pesato che si trattasse del suo cucciolo che aveva perso la vita nell’incendio.

 

Ma, come sempre, la verità sta nel mezzo… la foto del cane è stata postata sui social ed è diventata virale e l’ha vista anche Diana Nandín, la sua proprietaria che ha voluto fare alcune precisazioni. Il cane non è una femmina ma un maschio e si chiama Yaqui. Ha 15 anni e vive con lei da piccolo.

 

L’animale che aveva in bocca quel giorno era un coniglio carbonizzato. Yaqui l’aveva trovato e aveva pensato di poterlo salvare dalle fiamme… purtroppo per il povero coniglio l’aiuto è arrivato troppo tardi.

Un gesto comunque molto dolce… anche se non si trattava del suo cucciolo si trattava comunque di un animale che Yaqui ha provato a salvare.