Cane adottato dopo anni di sofferenza

L’adozione di un cane che salva il cuore infranto e a pezzi di una donna

Aveva dimenticato cosa volesse dire essere importanti per qualcuno

La vita di Alice (nome di fantasia) non è stata mai facile. Non lo è mai stato fin dall’inizio, fino a quando l’adozione di un cane non ha salvato il suo cuore infranto e a pezzi. Il dolce cagnolino protagonista della nostra storia che ti raccontiamo oggi è stato adottato dopo anni di sofferenza da parte di una donna che grazie al cucciolo è rinata.

zampa e mano di donna
Fonte foto da Pixabay

Da anni Alice aveva il cuore a pezzi e mai avrebbe immaginato di poter amare ancora. Aveva solo 20 anni, ma aveva già sofferto troppo, a partire da quando la sua mamma era morta da piccola. Il papà aveva sposato la zia, che non si era mai comportata come una madre.

Anzi quando la donna entrò nelle loro vite e nella loro casa, Alice dovette rinunciare al suo cane perché é “avrebbe solo sporcato”, “il pelo creava allergia”, “non si poteva occupare anche di lui”. Sissi venne data in adozione ad un’altra famiglia. E il cuore di Alice si spezzò definitivamente, perché dopo la morte della mamma Sissi era tutto per lei.

Diventata maggiorenne, Alice ha lasciato la casa del papà, per allontanarsi da tutto. Ha scelto un’altra città e ha iniziato a lavorare. Ma se lasciare padre e zia alle spalle era più semplice, non lo era lasciare la paura d’amare.

Tutte le sere, però, uscita dal lavoro andava in un canile a trovare gli animali abbandonati, portando loro del cibo o dando loro un po’ di compagnia. Il suo cuore un po’ respirava: lei si sentiva come loro, abbandonata e in attesa di essere adottata.

L’adozione di un cane salva il cuore di Alice

Tra tutti quei cani ce n’era uno di taglia media che l’aveva colpita, perché sempre solo, triste, timido e riservato. Non scodinzolava, non abbaiava e spesso rifiutava il cibo. Lei si sentiva proprio come lui.

Cane adottato dopo anni di sofferenza

Un giorno Alice è entrata nella sua gabbia per fargli compagnia, facendo lo stesso ogni giorno. E così Alice è entrata nella sua vita e lui in quella di Alice. Non aveva il coraggio di adottarlo, ma poi la decisione del capo di trasferirla in un’altra città l’ha spinta a compiere il grande passo. E da quel giorno Alice è rinata.