“L’ho cercata ovunque ma il tempo passava e della mia Sandy non c’erano più tracce”

A raccontare questa storia è stata una donna che si trovava a Kading, nei pressi di un campeggio vicino a Little Black River, negli Stati Uniti, quando si è ritrovata davanti una scena molto triste. Un cane stava gironzolando nel bosco vicino, debole, malnutrito, dal suo corpo si vedevano perfino le ossa. Aveva il pelo crespo, sporco, a causa della sporcizia. Non ce la faceva nemmeno a camminare, il suo corpo era ricoperto di zecche.

Quell’angelo ha conquistato la sua fiducia e poi l’ha portata al centro di soccorso Alpine Animal Clinic. “In tutti i nostri anni di lavoro, non avevamo mai visto nulla del genere” , ha detto Heidi Wampler, il medico veterinario. “Era una femmina, si chiamava Sandy, ce l’abbiamo messa tutta, ma ogni tentativo sembrava fallire. I risultati dei test e le sue reazioni, parlavano chiaro, sarebbe morta di lì a pochi giorni. L’unica cosa che ci lasciava perplessi, era che era troppo educata per essere un cane randagio. Così abbiamo provato a pubblicare un annuncio, giusto per vedere se qualcuno la conoscesse. Vi giuro che non sapevo quanto fosse grande la potenza del web! Grazie al notevole numero di condivisioni, lo abbiamo rintracciato. Un uomo aveva perso il suo cane il mese precedente, a circa 18 miglia dal posto del ritrovamento. Per fortuna un suo amico ha visto le immagini su Facebook e, nonostante le gravi condizioni, l’ha riconosciuta e lo ha avvertito. L’uomo l’aveva cercata ovunque, era disperato, sembrava scomparsa nel nulla e aveva quasi perso le speranze. L’aveva adottata dieci anni prima e da quel giorno non si erano mai separati. Era come se avesse perso una figlia.

Quando si sono ricongiunti, la scena ha emozionato tutto lo staff. Lui è scoppiato in un pianto di gioia e Sandy, per la prima volta da quando l’avevamo trovata, ha iniziato a scodinzolare. Guardate:

Non ci crederete, ma era ciò di cui aveva bisogno. Il ritrovamento del suo papà, le ha dato la forza per combattere e per sconfiggere la morte.

Ha mostrato, già dal giorno di ripresa, degli incredibili segni di ripresa. Non appena sarà fuori pericolo, l’uomo potrà riportare a casa la sua amata bambina pelosa.”

Condividete questa storia meravigliosa, perché ci insegna che non dobbiamo mai perdere la speranza.

di Lisa