L’ITALIA paese incivile e malvagio?

Home > Animali > L’ITALIA paese incivile e malvagio?

Ecco cosa siamo di fronte al mondo, ci sta bene, anche poco ciò che ci viene detto, meritiamo di peggio, nessuno escluso perché questa volta il colpevole non è chi si è armato la mano di veleno, no, questa volta è ben altro..Che l’uomo faccia schifo ormai è cosa certa, così come si è capito che i cani non piacciono a molti, però quando ne hanno bisogno, beh allora vanno bene..

Si sta verificando una strage immane nel nostro paese, una strage annunciata ormai da tempo, non importa che stia avvenendo in Sicilia, perché non è che questa regione sia da un’altra parte del mondo, sta accadendo in Italia, punto. I randagi escono più veloci dei funghi, portano soldi, i randagi sono un guadagno per il canile, più ne hanno più soldini entrano. Le amministrazioni comunali di molti comuni italiani non applicano le leggi come dovrebbero, comunque non aiutano i volontari quindi il randagismo viene alimentato a dismisura. Pochi giorni fa era arrivata la notizia del divieto di raccogliere i randagi, sempre in Sicilia, questo veniva fatto, secondo le spiegazioni date, per cessare il continuo traffico di cani dal sud al nord, addirittura all’estero, così qualcuno deve aver visto, in un futuro vicino, il suo territorio  invaso da questi esseri schifosi che noi ci ostiniamo a salvare e ad amare. Non si contano i morti in poche ore, forse da 30 a 50 cani collassati in strada, una strage, una strage che l’Italia sta a guardare. Si, perché è da Roma che dovrebbe partire una soluzione d’emergenza, che poi è una sola, STERILIZZAZIONE OBBLIGATORIA GRATUITA, ma se non nascono più cani…gireranno meno soldi.  La Sicilia è come tutto il resto del centro sud, non facciamo gli ipocriti, le volontarie sono a pezzi, il nord pieno di cani del sud, un traffico di morte…Signori politici, come mai preferite pagare milioni e milioni ai canili, invece di risolvere la situazione sterilizzando tutte le femmine del territorio? Rispondete almeno alle volontarie che si spaccano la schiena e a chi tanto li ama gli animali. Se non lo sapete risolvere, chiedete ai paesi che ci sono riusciti, oppure alla pugliese, Francesca Toto, che, in 7 anni ha svuotato il canile in provincia di Foggia, siete malvagi più di coloro che avvelenano in strada. Certo, adesso qualcuno dovrà rispondere sul perché di questa moria e del perché in canile non c’è posto, del perché hanno dei canili inquietanti e sul perché i volontari non possono più salvarli, del perché non facciano un cavolo di nulla per fermare questo e sul perchè, ancora oggi continuano a nascere cani…

In Italia poche ore fa…

Schifosi

ITALIA, il randagismo non si combatte uccidendoli…

Con i carrelli li portano via…in Cina li torturano e poi li cuociono per mangiarli, noi li torturiamo, li uccidiamo e poi li buttiamo, in cosa siamo migliori? Ci dispiace solo per il dolore dei volontari che sicuramente li hanno accuditi per molto tempo!