Lo trovano legato a un albero con accanto un biglietto. Ecco la storia di Zeus

Home > Animali > Lo trovano legato a un albero con accanto un biglietto. Ecco la storia di Zeus

La spazzatura non è qualcosa che vogliamo nelle nostre case e non è sicuramente qualcosa di buono da mangiare per gli animali. Ma per Zeus, la spazzatura è stata la sua salvezza. Siamo nella contea di Prince George, in Virginia, dove è accaduta la storia che vi vogliamo raccontare. Il protagonista, come vi abbiamo già accennato, è Zeus, un bellissimo meticcio, mix tra labrador e husky…

“Qualcuno aveva buttato un materasso sulla proprietà della contea e un agente di polizia è andato a controllare, sperando di trovare qualche indizio utile per permettergli di scoprire chi aveva scaricato la spazzatura lì”, ha detto Job Greene, supervisore dei servizi agli animali al Prince George County Animal Shelter. “Guardò sul retro della proprietà e lì scoprì Zeus legato a un albero con, accanto a se, un sacco di cibo per cani”. Quando arrivarono sulla scena i funzionari di servizio per gli animali, trovarono il labrador husky legato a un albero con il suo guinzaglio, felice di rivedere le persone. Una nota, scritta su un pezzo di carta bianca spiegazzata, era stata appiccicata al guinzaglio del cane. “Mi chiamo Zeus”, si leggeva nella nota. “Sono un bravissimo cane. Il mio proprietario non può più permettersi di occuparsi di me. Ha cercato di trovarmi una casa ma nessuno mi ha voluto prendere.” Anche se la lettera straziante suggeriva che Zeus era stato amato nella sua vita, lasciarlo tutto solo in una gelida giornata di febbraio avere accesso al cibo o all’acqua avrebbe potuto avere risultati disastrosi. “Se quell’ispettore non si fosse trovato nei boschi, chissà per quanto tempo sarebbe stato là fuori è un cane marrone legato nel bosco a 100 metri dalla strada, chi lo avrebbe mai visto? “Ha detto Greene. “La lettera conteneva un sacco di informazioni su Zeus e su quanto fosse bravo e ben educato cane. Poi concludeva: “Se sei arrivato a trovarlo, ti prego adesso salvalo. ”

Quando Zeus arrivò al rifugio, i volontari capirono rapidamente che ogni parola della lettera in cui il suo ex proprietario gli cantava le lodi era vera…

“È davvero coccolone, dolce e ben educato”, ha aggiunto Greene.

Zeus era così ansioso di amare ed essere amato che i lavoratori del rifugio sapevano che il suo futuro proprietario era là fuori, da qualche parte.

Così hanno pubblicato la storia di Zeus su Facebook.

Quando Katherine Elliott vide il post, qualcosa scattò nel suo cuore.

Il suo cane di 13 anni era morto ad agosto e, sebbene la sua famiglia avesse sempre avuto animali domestici, aveva aspettato ad andare in un canile.

Qualcosa le diceva che, questa volta, il destino sarebbe intervenuto.

Non molto dopo Katherine ha adottato Zeus che adesso vive la sua seconda vita… amato e coccolato.