Lolita, la cagnolina fedele

Lolita, la cagnolina fedele che gira tra le macerie annusando la cenere è, ormai, un simbolo per il paese: ecco la sua triste storia.

Home > Animali > Lolita, la cagnolina fedele

Lolita, la cagnolina fedele che ha perso il suo amato umano in un incendio, non vuole essere portata via dal posto in cui è accaduta la tragedia. Lolita era stata adottata da Manuel Melo, un cinquantenne che abitava nel villaggio di Chaves. Manuel e Lolita erano inseparabili finché il destino non ha deciso di spezzare il loro legame.

Domenica scorsa, 13 gennaio, Manuel Melo, un uomo di circa 50 anni, è morto in un incendio che si è propagato nella casa in cui viveva nel villaggio di Chaves. L’uomo paraplegico fu trovato carbonizzato dai vigili del fuoco. L’unica compagnia di Manuel era una cagnolina di nome Lolita. La piccola si è salvata dall’incendio ma non è riuscita ad attirare l’attenzione dei vicini in tempo. Quando i pompieri sono arrivati sul posto, la casa era ormai avvolta dalle fiamme e il suo umano era morto carbonizzato.

lolita-la-cagnolina-fedele

La cucciola, come riportato dal reporter TVI mandata sul posto della tragedia, si rifiuta di lasciare la casa che era sua e in cui è morto il suo amato papà umano. L’animale trascorre le sue giornate tra le macerie, annusando le ceneri e aspettando: forse spera ancora che il suo proprietario torni da lei.

Lolita

Amici e parenti della vittima hanno già provato a portare Lolita in una nuova casa ma lei continua a scappare sempre dai nuovi proprietari, tornando sempre a quella che era la sua casa.

lolita-cagnolina

Secondo la tv locale di Queluz, l’animale viene nutrito regolarmente dagli abitanti del posto e non sarà abbandonato. Le verrà dato il tempo di piangere il suo papà e poi, quando si sentirà pronta, per lei c’è una nuova casa e una nuova famiglia disposta ad amarla fino alla fine dei suoi giorni.

Lolita-casa

La sua straordinaria lealtà ha fatto il giro del mondo e ha commosso migliaia di persone. Noi le auguriamo di riprendersi presto e metabolizzare il dolore per poter continuare la sua vita in una nuova famiglia.