L’ultimo uomo

Quando vedi tanto male ovunque, quando vedi il dolore che l’uomo fa ai più deboli e quanto poco ami la propria terra, in quel momento fai una scelta e per quest’uomo la scelta è stata quella di vivere tra i boschi, nella più totale solitudine, lontano dalla civiltà che avanza sempre meno civile e troppo ignorante. Il tempo però avanza e accade che

Siamo nel Tennessee, l’uomo che vedete è la persona più sola del mondo, non ha famiglia, vive tra le montagne nella natura assoluta, ha scelto questo nella sua misera vita, ha scelto di stare lontano da quel mondo meschino. Però il tempo corre e con lui va via anche la salute, tanti anni senza mai cure e attenzioni possono danneggiare molto una persona, anche a livello psicologico. Così interviene il servizio sociale, l’uomo deve essere ricoverato, alcune persone si interessano a lui, ma quando entrano nella sua casa la realtà è sconcertante. L’uomo non è mai stato solo per questi sedici lunghissimi anni, ha avuto a migliore delle compagnie, un branco di cani…Rifiuta ogni aiuto, non lascerà mai i suoi fedeli amici, dice che tra loro c’è un patto non scritto, un patto d’onore. I cani sono ben 31, tutti in carne, molto amati e dolcissimi, abituati a vivere nella più totale delle libertà, come dovrebbe essere in natura. Lui non permetterà mai che vengano rinchiusi in un canile, piuttosto muore i con loro, una signora dei servizi sociali si attiva nel rispetto di quella che è stata la vita di quest’uomo, chiama i volontari e loro, senza scrivere nulla, con una stretta di mano, danno la loro parola che i cani andranno in famiglia, tutti, mai nessuno priverà loro la libertà.Uno la volta li ha voluti prendere e caricare lui nel furgone, un ultimo bacio a tutti, sapendo che noni avrebbe mai rivisti, li stringeva forte al petto e li accarezzava con  quelle mani sporche e spaccate, mani di un grande uomo con un grande cuore.



CLICCA QUI X COMPRARE LA SPAZZOLA!

onore a queste persone che scelgono di rispettare il mondo e ciò che vi abita

non ha permesso a nessuno di toccarli, loro conoscono solo lui

un’immagine che parla da sola, non servono a vote le nostre parole, qualsasi sarebbe fuori luogo

Bisogna riflettere a volte. I ragazzi hanno mantenuto la promessa, i cani stanno trovando casa e di tanto in tanto vanno nell’istituto dove adesso vive l’uomo, accudito e curato, ma con un vuoto enorme nel cuore, non era una vita tra gli umani che voleva!