Malato terminale ha un ultimo desiderio: trovare una casa per i suoi cani

Ecco cosa è riuscito a fare per loro!

Non c’è niente come l’amore tra una persona e un cane per cambiare il mondo. Oggi vogliamo raccontarvi la triste storia di Bobby Lynn Brockman, un uomo che sapeva di essere giunto alla fine della sua vita. Era un malato terminale e sapeva benissimo che gli mancavano pochissimi giorni di vita. Eppure non ha pensato a se stesso. Ma ai suoi cani, per dar loro un futuro degno di questo nome anche quando lui non ci sarebbe stato.



A Bobby è stato diagnosticato un cancro alla prostata, che per un anno è andato in remissione, fino a quando non si è ripresentato alla bocca e alle ossa. L’uomo è stato costretto a subire un intervento per la rimozione della lingua e ha subito più di 100 trattamenti di radioterapia e 12 cicli di chemioterapia. Anche dopo tutto questo, i medici non hanno potuto fare niente per migliorare le sue condizioni di salute. Perché non esiste una cura per tutto questo: gli hanno solo prescritto dei farmaci antidolorifici per sopportare il dolore. Bobby sa che i suoi giorni sono contati e vuole un futuro migliore per i suoi figli. E quando parliamo di figli parliamo dei suoi cani. “Sono come una famiglia per me, sono i miei figli. Mi hanno adottato più di quanto abbia fatto io con loro”. Bobby è single e vive da solo, quindi i tre cani di piccola taglia e i quattro di grossa taglia sono tutta la sua vita. Una cagnolina ha appena avuto dei cuccioli e un’altra e in attesa. Lui le ha salvate dalla strada ma non crede di arrivare a vivere abbastanza da potersi occupare dei loro cuccioli. “Saranno qui con me finché morirò”, ha detto.

Ma spera che tutti possano trovare una buona casa.

Per Bobby significherebbe molto sapere che sono felici e che hanno qualcuno che si prenderà cura di loro per sempre.

L’Associazione Adopt a Rescued Friend ha deciso di aiutare Bobby e farà tutto quello che è in suo potere per trovare una nuova casa ai cani di Bobby.