Mamma elefante cerca di far alzare il suo piccolo

Straziante scena di mamma elefante con il suo piccolo

Home > Animali > Mamma elefante cerca di far alzare il suo piccolo

Gli elefanti sono incredibilmente intelligenti e maestosi e hanno anche la possibilità di imparare. Sfortunatamente le persone ne approfittano per i propri profitti. Seguendo addestramenti e pprivazioni terribili, gli elefanti sono addestrati per intrattenere e trasportare le persone. Sella a cavallo è purtroppo ancora un’attività molto popolare in paesi come la Thailandia.

Un turista ha colto l’orribile scena e ha avuto difficoltà a capire quello che ha visto. Nel video in basso, che si è diffuso a macchia d’olio nei social network, si vede come un piccolo elefante cammina accanto a sua madre che porta alcuni turisti. Il  bambino è legato a sua madre con una corda. Con 40 gradi devono attraversare le strade raccogliendo turisti e cercare di trovare le forze per rimanere in piedi, la ritorsione sarebbe devastante.  Nel video puoi sentire come dice uno dei turisti: “È stanco” ma il conduttore padrone non intende farlo fermare, i soldi sono i soldi! “Il piccolo elefante è stanco. E possiamo vedere come sua madre lo consola e cerca di rimetterlo in piedi “, racconta un turista. Un portavoce di  Gardens nega tuttavia che l’animale sia stanco o maltrattato. – Tutti gli elefanti sono sani e ben curati. Se si ammalano, abbiamo veterinari che li assistono. Tutti i giovani sono in salute, afferma il portavoce, ! Ma questa non è la prima volta che il mondo si arrabbia per il modo in cui l’industria del turismo tratta gli elefanti. Già a maggio un elefante di tre anni, Dumbo, è morto a uno spettacolo a Phuket.

Il piccolo elefante Dumbo ha dovuto ballare più volte per intrattenere i turisti. E durante l’esibizione allo zoo di Phuket  ha rotto entrambe le zampe. Sfortunatamente non poteva essere curato, così è stato abbattuto.

Vogliamo ricordarvi che se questi animali vengono picchiati per mesi, fin quando la loro dignità e maestosità viene sottomessa a noi uomini, la colpa è solo di chi va lì e fa turismo sulla loro vita.

La peggiore bestia siamo sempre noi