Mandello: pesanti minacce al cane

Mandello: pesanti minacce al cane: ritrovati nella posta 2 fogli con un messaggio intimidatorio contro il cane di famiglia. Ecco com'è finita la storia.

Home > Animali > Mandello: pesanti minacce al cane

Mandello: pesanti minacce al cane trovate nella casella postale. Una famiglia ha avuto una brutta sorpresa controllando la casella delle lettere: 2 fogli scritti a mano con un messaggio chiaro e che non lasciava posto alle interpretazioni. Il povero animale, accusato di aver disturbato la quiete pubblica, veniva minacciato.

mandello

 

“Il vostro cane ha rotto i c…. la prossima volta non li romperà più” diceva il messaggio suddiviso in 2 parti distinte e scritto a caratteri cubitali su due fogli. La famiglia ha raccontato che questo non è il primo episodio del genere. “C’erano già stati screzi in passato con alcune persone, non solo per il cane ma addirittura per i miei bimbi che giocavano in giardino, mai nessuno si era spinto a tanto” racconta la proprietaria dell’animale.

minacce-cane-mandello-primo-foglio

Il cane minacciato si chiama Rocky ed è un bel meticcio di 11 anni, un mix tra un pastore tedesco e un labrador. La donna continua a raccontare preoccupata: “Non lo lasciamo mai solo, in settimana in casa ci sono sempre i nonni che curano i nostri bimbi, ci diamo il cambio quando io e mio marito torniamo da lavoro.”

Poi torna al giorno in cui ha trovato il messaggio, proseguendo il racconto: “Quel giorno Rocky è rimasto in casa senza di noi due ore, dalle 16 alle 18. Non è un cane che disturba e se dovesse aver abbaiato qualche volta, stiamo parlando non certo di un orario notturno! E preciso che abitiamo in una villa singola, non in condominio”

La donna non si è fatta intimidire e ha pubblicato il messaggio su Facebook. Sta pensando di tutelarsi e di salvaguardare Ricky facendo una denuncia contro ignoti ai carabinieri.

minacce-cane-mandello-secondo-foglio

La proprietaria di Rocky aggiunge che aveva altri 3 cani e che è stata costretta, per colpa delle minacce, a regalarli a degli amici per cercare di tamponare la situazione. Un gesto che, evidentemente, non è bastato.

“L’intolleranza nei nostri confronti evidentemente non è passata però – conclude – credo che in un paese civile certe cose non dovrebbero succedere”, conclude la donna e nella sua voce si legge la delusione e la sensazione di impotenza.